5 nuove bandiere arancione del Touring ai piccoli borghi italiani

Da nord a sud le new entry del 2020 tra le 252 località dell’entroterra selezionate dal Touring: Introd, Valeggio sul Mincio, Levico Terme, Roccamando e Castelmezzano, che si aggiungono ai borghi già premiati come eccellenzeCASTELMEZZANO (Potenza) ROCCAMANDOLFI (IS) INTROD (AO) VALEGGIO SUL MINCIO (VR) LEVICO TERME (TN) Ripartire proprio dai borghi dell’entroterra italiano, dagli stessi comuni – sotto i 15.000 abitanti – che da decenni soffrono del fenomeno dello spopolamento . Anche per questo l’iniziativa Bandiere Arancioni del Touring , da 22 anni, è mirata a dedicare un’attenzione speciale ai piccoli centri dell’entroterra italiano impegnandosi nella loro valorizzazione. Si tratta di aree interne che sanno esprimere grandi eccellenze in termini ambientali, culturali, enogastronomici, di accoglienza e di innovazione sociale , ma che affrontano quotidianamente la sfida della marginalità e la minaccia dello spopolamento e che quindi possono trovare nel turismo una concreta opportunità di rilancio sociale ed economico.

Un percorso ideale a caccia delle eccellenze più nascoste è quello che il Touring Club Italiano persegue da 15 anni – con quasi 3000 candidature ricevute – selezionando e certificando con la Bandiera arancione i borghi più belli dell’entroterra. Con le 5 new entry di quest’anno, le Bandiere Arancioni hanno raggiunto il traguardo di 252 località certificate , pari al 9% dei candidati. Un lavoro che continua anche dopo l’assegnazione con 4 bandiere ritirate e 38 certificate in seconda istanza grazie a miglioramenti e migliorie.

I NUOVI COMUNI

I nuovi comuni certificati sono Introd , piccolo centro situato ai piedi del Parco Nazionale del Gran Paradiso in provincia di Aosta, Valeggio sul Mincio in provincia di Verona localizzato nell’anfiteatro naturale delle colline moreniche, Levico Terme in provincia di Trento sulle sponde dell’omonimo lago, incastonato nel verde delle Alpi, Roccamandolfi pittoresco centro montano ai piedi del massiccio del Matese in provincia di Isernia e infine Castelmezzano piccolo centro medievale, all’interno del Parco Naturale Regionale di Gallipoli Cognato, nel parco delle Piccole Dolomiti Lucane in provincia di Potenza.

LEGGI ANCHE Perché innamorarsi di Castelmezzano

I VANTAGGI DELL’ASSEGNAZIONE

L’iniziativa è nata da una riflessione su come stimolare, coinvolgere e promuovere i territori lontani dalla costa , in particolare le località minori. Touring ha quindi ideato un modello di analisi (Modello di Analisi Territoriale) alla base dell’iniziativa Bandiere Arancioni e da allora applicato in tutta Italia. La Bandiera Arancione è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità .

E dopo l’assegnazione al comune arrivano benefeci concreti. Secondo il Touring, infatti, il 79% dei Comuni Bandiera arancione ha aperto nuove strutture ristorative, l’81% ha aperto nuovi esercizi commerciali, anche a beneficio dei cittadini. E il turista arriva. Gli arrivi nelle località certificate sono aumentati in media del 45% e le presenze del 38% grazie anche a nuovi servizi dedicati nel 79% delle località (es. escursioni guidate, noleggio attrezzature sportive ecc.). Ma soprattutto i Comuni rimangono vivi, dato che dopo la Bandiera si registra un aumento del numero di residenti (+8% di residenti in media dall’anno di assegnazione del marchio). Per scoprirli tutti clicca sul sito ufficiale , se invece vuoi sapere sulle 5 nuove bandiere arancioni scoprile nella gallery sopra .

LEGGI ANCHE Un pensiero positivo: il video della riserva di Torre Guaceto vista dall’alto

LEGGI ANCHE Girls in Italy: i nuovi viaggi per sole donnehttps://www.vanityfair.it/viaggi-traveller/weekend/2020/11/14/touring-club-assegna-5-nuove-bandiere-arancione-ai-piccoli-borghi-italiani