Alga wakame: i benefici per il corpo e la dieta

Con una nutrizionista abbiamo fatto il punto sulle proprietà benefiche di una delle alghe giapponesi più popolari in ItaliaLe alghe commestibili Le alghe commestibili Alga Nori Alga Hijiki Alga wakame Chi più chi meno ogni settimana si ritrova nel carrello della spesa qualche frutto o qualche ortaggio. Sì, alcuni sono più insoliti di altri, però in generale queste categorie non destano sorprese. Un discorso diverso vale, invece, per le alghe . Non possiamo dire, infatti, che queste rientrino nei generi alimentari tradizionali del nostro Paese.

Eppure, da quando la cucina orientale è diventata pop anche in Italia, le alghe sono entrate nei nostri menù, per lo meno in quelli degli all you can eat . Ma al di là dei pasti che consumiamo fuori casa, alcune di esse sono riuscite a intrufolarsi anche nelle mura domestiche, per lo meno sotto forma di integratori .

Fra le più note e diffuse c’è l’alga wakame, nome volgare dell’Undaria pinnatifida . A quest’alga bruna, originaria del Giappone, sono state riconosciute diverse proprietà benefiche per il nostro organismo e per la nostra dieta.

Fra queste c’è quella di «facilitare l’eliminazione delle sostanze tossiche nel nostro corpo, in particolare i metalli pesanti» ci spiega Lucia Vallesi , biologa nutrizionista. È una capacità disintossicante che condivide con altri tipi di alghe, ma che ad ogni modo la rende preziosa per il nostro benessere.

Come altre alghe, inoltre, presenta un’alta concentrazione di un sale minerale importante, lo iodio . Questa sostanza «stimola il metabolismo tiroideo e facilita così il dimagrimento». L’alga wakame può insomma accelerare l’attività della tiroide.

Ma non finisce qui. Questo piccolo vegetale, infatti, è in grado di alleviare l’infiammazione del tratto digerente . «Questa capacità è dovuta alla presenza di fibre colloidali dette alginati che sono in grado di proteggere e lenire le mucose gastriche». In questo senso, può aiutare chi soffre, ad esempio, di reflusso gastroesofageo o acidità di stomaco. Questa proprietà è specifica dell’alga wakame e la differenzia, ad esempio, da una “sorella” molto nota, l’alga Nori, quella che troviamo all’esterno dei “coni giapponesi”, i temaki .

Non ci sono certezze scientifiche, invece, sull’effetto saziante di questa lattuga di mare, il cui contributo al dimagrimento è da ricondurre principalmente all’effetto che hanno sul metabolismo tiroideo lo iodio e il selenio, un altro sale minerale presente nell’alga.

Nella gallery trovate alcuni tipi di alghe commestibili consumate in Italia.

(Foto: unsplash.com).

LEGGI ANCHE Tisane detox per sgonfiarsi subito dopo le feste

LEGGI ANCHE Colazione: gli errori da evitare per non ingrassare (e vivere meglio)

LEGGI ANCHE Dieta detox: come bruciare i grassi dopo le festehttps://www.vanityfair.it/benessere/dieta-e-alimentazione/2020/01/13/alga-wakame-benefici-dieta