Allergia al lattice: sintomi e caratteristiche

Presente in molti oggetti usati nella vita quotidiana, tra cui i guanti monouso e i preservativi, il lattice può causare dermatiti, orticaria e altre reazioni allergiche improvvise in chi è allergico. Ecco come riconoscerle e cosa fare per stare subito meglioAvocado Patate Ananas Spinaci Pomodori I guanti monouso , in particolare quelli in lattice, insieme a alle mascherine, sono diventati negli ultimi mesi degli oggetti largamente usati nella vita quotidiana per via dell’emergenza Coronavirus. Non tutti però possono utilizzarli. «Chi soffre di allergia al lattice deve evitare in qualsiasi circostanza di entrare in contatto con questa sostanza, contenuta non solo nei guanti, ma anche nei preservativi , in alcuni attrezzi per il fitness , nei materassi , nei cuscini , nei palloncini e in tantissimi altri oggetti realizzati in gomma naturale » dice Ginevra Menghi , allergologa e immunologa clinica. «In alternativa, si può ricorrere a quelli “latex free”. Per esempio, invece dei guanti monouso in lattice si possono utilizzare quelli in nitrile e al posto dei preservativi realizzati con questa sostanza quelli in poliuretano » prosegue l’esperta. Quando un soggetto allergico al lattice entra in contatto con questa sostanza nella stragrande maggioranza dei casi sviluppa immediatamente dei sintomi allergici . Vediamo quali sono, come riconoscerli e che cosa fare quando compaiono.

COME SI MANIFESTA: I SINTOMI DA NON SOTTOVALUTARE

«Chi è allergico al lattice è particolarmente sensibile alla podofillina . Si tratta di una proteina contenuta nella linfa dell’albero Hevea brasiliensis, da cui viene estratto il lattice . Quando un soggetto allergico entra in contatto con questo allergene può sviluppare diversi tipi di sintomi. Tra questi i più comuni sono quelli che interessano la pelle come la dermatite da contatto , localizzata in una zona specifica oppure su tutto il corpo e l’orticaria , che si manifesta con chiazze e gonfiori rossastri, simili alle punture degli insetti. Altri sintomi che possono comparire sono la rinite , la congiuntivite , il gonfiore di mani e piedi e nei casi più gravi, lo shock anafilattico » spiega l’allergologa Ginevra Menghi.

CHI È PIÙ A RISCHIO

«Tra le categorie più a rischio di sviluppare l’allergia al lattice ci sono le persone predisposte ad altri tipi di allergie , come quelle alimentari, stagionali, per esempio ai pollini e agli acari della polvere» dice Ginevra Menghi. «Anche le persone che per lavoro quotidianamente entrano in contatto con il lattice come il personale sanitario (medici e infermieri) e i lavoratori dell’industria della gomma possono sviluppare questo tipo di allergia».

COSA FARE QUANDO COMPAIONO I SINTOMI

«Per l’allergia al lattice non esiste al momento una cura risolutiva . Quindi, chi ne soffre deve per prima cosa evitare qualsiasi contatto con oggetti che contengono l’allergene». «In caso di sintomi occorre ricorrere immediatamente a farmaci antistaminici per bocca e a quelli a base di cortisone , per via orale o sotto forma di pomate, gel, creme da applicare sulla parte interessata. Nei casi più gravi invece occorre intervenire prontamente con l’uso dell’adrenalina » dice l’allergologa. Chi per lavoro è a rischio di contatto o inalazione del lattice suggerisce l’esperta «può ricorrere invece al vaccino per immunoterapia specifica (ITS) , per via iniettiva o sublinguale, che però può essere usato solo in casi molto particolari e sotto la supervisione del medico».

ATTENZIONE ALLE ALLERGIE CROCIATE

Alcuni alimenti contengono sostanze simili al lattice che possono scatenare sintomi simili dopo la loro assunzione . «Chi è allergico al lattice, potrebbe per esempio, essere sensibile ad alcuni tipi di verdura, di ortaggi e frutta» dice l’esperta.

Volete saperne di più? Scoprite nella gallery quali sono i cibi più comuni, a cui deve fare attenzione chi soffre di allergia al lattice.

LEGGI ANCHE Raffreddore o allergia?

LEGGI ANCHE Coronavirus e allergie di primavera: come distinguere i sintomi (senza andare nel panico)

LEGGI ANCHE Congiuntivite allergica, batterica o da Coronavirus? Ecco come distinguerle e cosa farehttps://www.vanityfair.it/benessere/salute-e-prevenzione/2020/06/13/allergia-al-lattice-sintomi-caratteristiche-alternative-cure-alimenti-da-evitare