«American Gigolò»: (anche) Richard Gere diventa serie tv

Il film culto, che nel 2020 ha compiuto i primi 40 anni, avrà il proprio adattamento televisivo. Showtime ha ordinato il pilot di una serie che racconti la vita di Julian Kaye diciotto anni dopo essere stato coinvolto in un omicidio. Ad interpretare l’uomo, Jon BernthalRichard Gere in American Gigolò (1980) Jon Voight in Un Uomo da Marciapiede (1969) Ashton Kutcher in Toy Boy (2009) Rob Schneider in Gigolò per sbaglio (1999) James Franco in Sonny (2002) Simon Baker ne L’intrigo della collana (2001) Patrick Dempsey in Seduttore a domicilio (1989) David Bowie in Gigolò (1978) River Phoenix e Keanu Reeves in Belli e Dannati (1991) John Turturro in Gigolò per caso (2013) Che American Gigolò potesse diventare una serie televisiva lo si è sentito, la prima volta, nel 2014. Allora, si è vagheggiata l’ipotesi di una miniserie di qualità. Qualcosa che, con poche e accurate puntate, potesse ritrovare Julian Kaye, mescolare di nuovo romanticismo e dramma. Ma del progetto, cui gli anni avrebbero dovuto dare sostanza, non si è fatto più nulla. Altri revival hanno avuto la precedenza, altri remake sono stati realizzati. E di American Gigolò si è tornati a parlare solo nel marzo 2020, quando Showtime ha dato l’ordine di produrre un primo episodio della serie tv.

LEGGI ANCHE 40 anni di «American Gigolò»: non solo Richard Gere, i gigolò più famosi dello schermo

Il network statunitense, lo stesso di Dexter , di Billions e Homeland , ha messo in lavorazione un pilot, nel quale la parte di Julian Kaye sia affidata a Jon Bernthal.

Jon Bernthal attends the “Ford v Ferrari” premiere during the 2019 Toronto International Film Festival at Roy Thomson Hall on September 09, 2019 in Toronto, Canada. (Photo by Phillip Faraone/WireImage)

L’attore, visto in The Walking Dead e The Punisher , avrà l’onere di interpretare colui che, nel 1980, ha avuto il volto di Richard Gere . Kaye, l’adone di Los Angeles rimasto invischiato in un pasticciaccio pseudopolitico, non sarà, però, l’uomo di una volta.

LEGGI ANCHE Richard Gere fa 70 anni: i dieci motivi per cui continuiamo ad amarlo

Bernthal, che con Richard Gere condivide (solo) i colori, è invecchiato di diciotto anni . Diciotto anni spesi in prigione, a pagare per un omicidio mai commesso. Tornato a vivere in una città, Los Angeles, che sembra non riconoscerlo, Kaye dovrà scoprire cosa si nasconde dietro gli eventi che lo hanno portato in galera, cercando, al contempo, di riconciliarsi con Michelle, suo vero amore.

LEGGI ANCHE Da Richard Gere a Turturro, siamo tutti gigolòhttps://www.vanityfair.it/show/tv/2020/03/14/american-gigolo-jon-bernthal-richard-gere-film-serie-tv