Bambini, matrimonio, peso: le domande da non fare alle cene festive

Occhio all’insolenza da cenone: dalle relazioni all’alimentazione fino alle preferenze politiche, perché anche le domande in buona fede posso fare danniBambini, matrimonio, peso: le domande da non fare alle cene festive Quando vi sposate? Sei dimagrita?/Sei ingrassata? Quando avrete bambini? Sei davvero sicuro di farlo? Ma perché non mangi questo o quello? Sei sicura di volere un’altra portata? Per chi hai votato? Relazioni, matrimoni, bambini . E poi peso, alimentazione, scelte personali in fatto di regime alimentare (carne sì, carne no, vegetarianismo, veganesimo e così via). Le festività sono un periodo ricco di incontri , il più delle volte belli, che danno conforto e di cui si ha voglia oltre che bisogno. Le riunioni famigliari ci danno l’opportunità di incontrare persone che magari vediamo poco ma insieme alla distanza, nel corso dell’anno, vedono crescere anche la propria curiosità e la quantità di informazioni su cui gli altri nono sono aggiornati.

Nonostante le migliori intenzioni, sarebbe tuttavia il caso di controllarsi . Almeno un po’. Evitando di trasformare il cenone della Vigilia o il pranzo di Natale in qualcosa di più simile a una tragicomica sit-com o a un interrogatorio di terzo grado che a un raduno di parenti o amici. Nel clima vacanziero, infatti, ci si può sentire più in confidenza , più vicini e propensi a ficcare il naso, e dunque autorizzati a lasciarsi andare in domande a volte indelicate e altre volte del tutto indiscrete. Sorvolando magari sulla sensibilità altrui . Secondo alcuni esperti, infatti, sarebbe il caso di tacere , ogni tanto. E tenersi qualche curiosità per se, anche se nel miglior contesto possibile.

Lo spiega per esempio lo psicoterapeuta David Strah all’HuffPost Usa, secondo il quale «i commenti in buona fede dai famigliari arrivano spesso da una genuina preoccupazione per il benessere e il futuro dei parenti». Tuttavia, per quanto alcune osservazioni possano apparire del tutto pacifiche, spesso possono non esserlo e rovinare il clima festivo. Incrinando i rapporti e costruendo precedenti duri a morire.

Alcune delle domande da evitare? Si va dal chiedere perché non si sia fidanzati o cosa sia accaduto con il o la propria ex partner alle pressioni sul matrimonio passando per quelle sui figli . Ma si può anche spaziare sul peso e sull’eventualità di accettare un’altra portata ma anche, più in generale, sulle scelte della propria dieta , sulle decisioni che daranno una svolta alla propria vita affrontate con eccessiva apprensione, almeno manifesta, o su altri tipi di preferenze: quelle politiche . I temi politici sono spesso divisivi e possono colpire le persone in modo molto diretto, per questo «ogni passo falso produce un’opportunità che un commento espresso con le migliori intenzioni possa essere interpretato nel modo sbagliato e ferire » qualcuno, conclude lo psicologo clinico Craig Dike . Qui , se volete, ci sono un po’ di risposte pronte. Nella gallery tutte le domande da cui guardarsi o da evitare.

LEGGI ANCHE 22 risposte alle domande dei parenti a Natale

LEGGI ANCHE Natale, chi fa l’albero in anticipo è più felice: lo dice la scienzahttps://www.vanityfair.it/benessere/salute-e-prevenzione/2019/12/14/bambini-matrimonio-peso-le-domande-da-non-fare-alle-cene-festive