Clizia Incorvaia: «Io e Paolo (Ciavarro), due bambini innamorati»

L’ex moglie di Francesco Sarcina è in Sicilia con il nuovo fidanzato, sua «anima predestinata». «Ho capito che era quello giusto dopo il primo bacio», ci ha detto, raccontandoci quanto sia bello il rapporto con Eleonora Giorgi e come «Ballando con le stelle» sia il suo sognoClizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro L’estate d’amore per Clizia Incorvaia . L’ex moglie di Francesco Sarcina , reduce da un Grande Fratello Vip che non ha mancato di poterle qualche danno, è volata in Sicilia, per ritrovare Paolo Ciavarro. Non un uomo, ma «un’anima predestinata». Quanto fosse giusto il suo rapporto con il figlio di Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro, Clizia Incorvaia, dice di averlo capito all’intero della Casa di Cinecittà, dove i due si sono scambiati un bacio che ha avuto il sapore del destino. «Allora, in quel preciso istante, si è creata tra noi una connessione bellissima», ci ha detto la Incorvaia, di dieci anni più grande di Ciavarro. «Noi due condividiamo valori identici». E, tra famiglie simili e promesse di un’estate calma, Clizia Incorvaia è pronta, oggi, a ricominciare. Anche (e soprattutto) dalla moda.

Su Instagram, si definisce cresciuta «a pane e moda». Com’è cambiato il suo stile negli anni?

«Io sono un’eclettica, amo giocare con la moda e questo, negli anni, mi ha portato più volte a cambiare look. La mia icona di stile rimane Brigitte Bardot, ma ho avuto periodi in cui portavo cappelli a falda larga e cappottini anni Sessanta, ed altri in cui acconciavo i miei capelli in un caschetto platico, un po’ glam rock, un po’ Courtney Love».

Oggi, in una scala da Brigitte Bardot a Courtney Love, a che punto è?

«Oggi sono tornata ad essere la me del liceo. Il mio look è a tratti romantico, ma porta influenze vintage. Cerco, sempre, di guardare anche ai trend di stagione, reinterpretando i must-have in modo che si adattino a me».

Da donna dello spettacolo, che rapporto ha con la moda?

«Un rapporto di grande amore. Io guardo sempre al passato. Le mie icone, inalterate nel tempo, sono Brigitte Bardot, Kim Novak, Jane Fonda in A piedi nudi nel parco . Ma per l’ispirazione è tutto: sono le vetrine dei negozi, lo scambio con i miei follower».

Quali sono i suoi capi must-have?

«Sicuramente la giacca oversize nera, da uomo, che indosso sempre, con gli short di jeans e una t-shirt o con un abitino super elegante e il tacco a spillo. I Levi’s 501, poi, non possono mancare, e non può mancare nemmeno il sandalo nero stiletto, con tacco 12 e cinturino alla caviglia. Siccome siamo in estate, poi, direi una camicia di lino bianca».

Di tanto in tanto, sui suoi social, vediamo anche la piccola Nina. Quali accortezze usa (se ne usa) nel mostrare la sua bambina al pubblico social?

«Confesso che ho molta paura dei social, della pedopornografia, che è una realtà tremenda. Perciò, condivido poco di mia figlia: rare foto, in cui non si veda benissimo. Come ogni mamma, guardo Nina e penso: “Oddio, quanto è bella”, e le farei mille foto, ma prevale l’istinto di protezione. Solo ogni tanto mi concedo di condividere online una sua immagine. Lo faccio per lei, perché vede la madre farsi tante foto e, alle volte, è necessario coinvolgerla, in modo da compiacere il suo ego che, come quello di tutti i bambini, è immenso».

Più spesso, vediamo online foto sue e di Paolo Ciavarro. Come sceglie cosa condividere e cosa no?

«Cerco di condividere le foto più spontanee, meno posate, quelle che riescano a comunicare la nostra felicità e il nostro più sincero divertimento. Sono dei frangenti rubati, che i nostri fan apprezzano. Ci sostengono, ci proteggono quando compaiono gli haters e ci dicono quanto sia bella la nostra spontaneità. Io e Paolo siamo due bambini innamorati ».

Il vostro amore è sbocciato al Grande Fratello . Quando ha capito che sarebbe stato l’uomo giusto?

«L’ho capito dopo il primo bacio. Mi piaceva già, non mi è mai stato indifferente. Lui mi ha corteggiata e io ho capito di piacergli, quindi ho fatto il mio gioco. La tisanina prima di andare a letto, le chiacchiere, aprirsi e raccontarci di noi. Dopo il primo bacio, ho capito che fra noi c’era veramente qualcosa di speciale, due anime predestinate ad incontrarsi ».

Tra di voi, ci sono dieci anni di differenza. Cosa vi accomuna?

«Io e Paolo siamo molto simili, ci accomunano tantissime cose. L’amore per la vita, il buon cibo, l’arte, la cultura, il viaggiare. Abbiamo un’educazione molto simile, veniamo da famiglie affini, abbiamo uno stesso modo di comunicare e abbiamo gli stessi valori, lo stesso senso etico e morale. Cosa, questa, fondamentale».

Eleonora Giorgi spesso commenta gli scatti Instagram suoi e di Paolo. Che rapporto ha instaurato con sua suocera?

«Con Eleonora ho un rapporto più unico che raro. Ci siamo intese sin da subito e sono stata fortunata. È una donna che mi ha dato una grande forza quando sono uscita dal Gf , e io la stimo tanto. Ha un’intelligenza incredibile, è divertente ed è un’icona. Sono davvero fortunata ad aver un legame così. Non mi era mai successo».

Il Coronavirus ci ha imposto un lungo isolamento. Che impatto ha avuto tutto questo sulla sua relazione con Ciavarro?

«In realtà – nonostante vivessimo una situazione gravissima a livello mondiale – a noi l’isolamento ha unito in modo incredibile. Io da i miei genitori, lui da sua mamma: ci ha resi un po’ Romeo e Giulietta 2.0, ci ha visti scriverci, mandarci foto, fare lunghe chiacchierate notturne dalle 23 alle 5 di mattina. Sono state queste chiacchierate che ci hanno permesso di scavarci dentro, di instaurare una complicità mentale, un’intimità che di norma una coppia di cinque mesi non ha. A me sembra di stare con lui da due anni. L’isolamento ci ha dato un’unione più profonda e rara».

Cosa le ha insegato la quarantena?

«Mi ha fatto riflettere. Mi ha insegnato, come credo a tutti, che la vita non va data per scontata. Ho imparato ad avere maggior rispetto per la natura che ci circonda, rispetto per le persone che amiamo. Ho imparato a non dare nulla per scontato. Gli affetti, gli amici. La quarantena mi ha fatto riscoprire ancora di più il mio cuore».

Dopo Pechino Express e il Gf Vip, farà mai un altro reality?

«Vedremo. Mi piacerebbe molto partecipare a Ballando con le stelle, sarebbe una bella sfida».

Quale futuro professionale la attende?

«Sicuramente la moda che è sempre stata una costante nella mia vita, da quando avevo sei anni e cercavo gli abiti nell’armadio di mia nonna Maria. La moda ci sarà ancora. Sto lavorando su dei progetti che vedrete a breve. E ci sarà sicuramente la televisione. Non so in quale forma ancora dato che i format sono un po’ bloccati, ma nel mio futuro, sicuramente, c’è moda e televisione».

LEGGI ANCHE Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro, l’estate addosso

LEGGI ANCHE Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro, la prima foto insieme (dopo la quarantena)

LEGGI ANCHE La nuova vita di Paolo Ciavarro: dall’amore per Clizia Incorvaia al secondo posto al GF Viphttps://www.vanityfair.it/people/italia/2020/07/13/clizia-incorvaia-paolo-ciavarro-intervista-amore-foto-gossip