CommonPass: il nuovo passaporto per viaggiare Covid-free

Una app che certifica che il passeggero è negativo al Covid, stabilendo regole chiare e universali per viaggiare. Come funziona il nuovo pass sanitario, e perché potrebbe rappresentare il futuroIl Covid ha fermato il mondo imponendo la chiusura delle frontiere di decine di Paesi e regole diverse a seconda della destinazione che prevedono quarantene, test, ingressi selezionati in base alla provenienza. Ma, mentre la pandemia continua a imperversare, la vera sfida è proprio quella di tornare a viaggiare , per rimettere in moto il settore turistico (che nella sola Italia vale il 15% di Pil), e risollevare le sorti delle compagnie aeree – e dei loro dipendenti – in preda alla più grave delle crisi nella storia dell’aviazione civile . Ora arriva una possibile risposta: CommonPass , un passaporto sanitario digitale, per spostarsi in modo sicuro ovunque nel mondo.

COME FUNZIONA

Lanciato dalla no profit svizzera Commons Project Foundation al World Economic Forum , si tratta di una app che attesta che il passeggero a cui è intestata è negativo al Covid-19 in base a test conseguiti in laboratori certificati e che, quando sarà disponibile, ha fatto anche il vaccino. Ogni passeggero carica questi dati sul cellulare compilando un questionario sanitario diverso a seconda del Paese di destinazione (dipende dal tipo di test richiesto dai singoli Paesi e dai giorni che devono trascorrere dallo stesso test alla partenza) e, se possiede i requisiti, la app gli dà conferma che può viaggiare generando un QR Code , che viene poi scansionato al momento dell’imbarco.

Un sistema che dà la certezza che il passeggero intestatario della app non sia malato  anche perché, certificando i dati sanitari in digitale, sarebbero definitivamente aboliti quelli cartacei che ora tanti viaggiatori portano con sé: certificati di negatività fatti da laboratori sconosciuti e in lingue che spesso chi deve controllare agli imbarchi non conosce nemmeno. Ma soprattutto CommonPass stabilisce una regola unica per viaggiare, e cioè la certificazione di negatività : uno standard che potrebbe consentire di abolire le restrizioni ai viaggi ora imposte in tutto il mondo. «Senza la capacità di fidarsi dei test COVID-19 e delle registrazioni dei vaccini oltre i confini internazionali, molti Paesi si sentiranno obbligati a mantenere divieti di viaggio e quarantene obbligatorie per tutto il periodo della pandemia», ha affermato il dottor Bradley Perkins, capo medico Funzionario del The Commons Project ed ex Chief Strategy & Innovation Officer presso i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

CHI LO STA TESTANDO

Appena lanciato, CommonPass è in fase di sperimentazione con Cathay Pacific Airways e United Airlines : lo stanno testando, con il supporto dei Paesi tra i quali volano, su voli tra Londra e New York (United) e tra Hong Kong e Singapore, e già diverse altre compagnie sono pronte a fare lo stesso per rotte in tutto il mondo .

ALITALIA E I VOLI COVID FREE

Intanto in Italia Alitalia ha introdotto i voli Covid free per alcuni aerei tra Linate e Fiumicino sui quali è consentito imbarcarsi solo dopo essere risultati negativi al Covid facendo il test sierologico rapido, in loco, e lo stesso hanno fatto compagnie come Emirates per voli internazionali . La vera sfida, però, è uno standard universale che consenta ai passeggeri di avere certezze sulle regole per viaggiare, alle compagnie di non correre rischi, ai Paesi di destinazione di poter accogliere visitatori che non rappresentino un potenziale veicolo di contagio. CommonPass, per questo, potrebbe essere la risposta.

 

LEGGI ANCHE Coronavirus e viaggi: test sierologici prima di volare, Emirates è la prima

LEGGI ANCHE Covid controls: il sito che ci dice dove possiamo viaggiare

 

 

 

 

 https://www.vanityfair.it/viaggi-traveller/notizie-viaggio/2020/10/14/commonpass-il-nuovo-passaporto-per-viaggiare-covid-free