Contro il razzismo fin da bambini

Francesca Cavallo, autrice di Favole della buonanotte per bambine ribelli, ci consiglia 6 libri per bambini contro il razzismoWonder di RJ Palacio Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda L’approdo di Shaun Tan Todo fazemos tudo di Madalena Matoso Migrando di Maria Chiesa Mateos Elfi al quinto piano di Francesca Cavallo Era una tipica estate italiana degli anni ’80. Come ogni anno avrei trascorso le vacanze in Liguria con la mia famiglia. La mia bambola preferita, avrò avuto 5 o 6 anni, si chiamava Camilla, aveva i capelli neri ed era di colore, con un bel vestito rosa e che le avevo tolto perché eravamo in spiaggia e le stavo facendo il bagno. «Non puoi giocare con quella bambina. Sta usando una bambola nera!» dice la vicina di ombrellone a sua figlia, della mia stessa età.

Sono passati quasi 40 anni e le cose non sono cambiate, anzi. Oltre al Covid-19 quest’anno lo ricorderemo per George Floyd, che ha fatto capire quanto ancora sia presente un altro virus, quello del razzismo . Per questo non basta trovare un vaccino. Rimane lì, nella testa di persone di tutto il mondo.

Bisognerebbe quindi puntare sui più piccoli, quelli che non vedono differenze sociali o di pelle, quelli che giocano con chiunque, senza nessun pregiudizio. Uno dei modi più semplici è iniziare quindi dai libri. Siamo andati a chiedere qualche consiglio a Francesca Cavallo, scrittrice conosciuta per Favole della buona notte per bambine ribelli , il libro che ha infranto il record di progetto editoriale più finanziato nella storia con le campagne Kickstarter.

«In questo momento mi trovo a Roma. Ho preferito lasciare Los Angeles prima che chiudessero tutto! Il punto per me è non solo che non ci sono tanti libri per bambini su storie di persone di colore, ma anche che tra i libri disponibili quasi nessuno è scritto da persone di colore – racconta Francesca – È necessario che le case editrici diano più spazio alle nuove voci del nostro Paese, in modo che non si tratti soltanto di colorare un personaggio in modo diverso, ma di onorare l’esperienza di vita diversa che può essere raccontata solo da chi ha quel vissuto. »

1) Wonder di RJ Palacio: diversità intesa come deformazione facciale di un bambino che ha una rara patologia, la sindrome di Treacher-Collins. Il libro è diviso in otto parti, ciascuna raccontata da un personaggio.

2) Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda: la storia di Enaiatollah Akbari, dalla sua nascita in Afghanistan, al suo arrivo in Italia, con interviste che raccontano la sua reale esperienza di vita. Un libro fondamentale sulle migrazioni, per ragazzi di scuola superiore e per adulti.

3) L’approdo di Shaun Tan: senza bisogno di parole racconta la sensazione di trasferirsi in un paese del quale non si sa nulla e di cui non si parla la lingua.

4) Todo fazemos tudo di Madalena Matoso:  un altro albo illustrato contro gli stereotipi. Edito in collaborazione con il Service de la petite enfance della città di Ginevra con l’intento di sensibilizzare i bambini in età prescolare circa l’uguaglianza tra uomini e donne.

5) Migrando  di Maria Chiesa Mateos: sempre un silent book che affronta la tematica della fuga dal proprio Paese di origine.

6) Elfi al quinto piano di Francesca Cavallo:  una storia di Natale che ha come protagonista una famiglia birazziale con due mamme.

Sempre di Francesca Cavallo è da poco uscito  Il dottor Li e il virus con in testa una corona . Il libro racconta la storia del Dottor Li Wenliang,  l’oculista cinese che per primo denunciò la diffusione di un nuovo tipo di coronavirus a Wuhan, in Cina. Fu accusato di diffondere false informazioni dalla polizia e morì a causa del COVID-19 il 7 Febbraio 2020.

Una prima versione della storia era stata pubblicata all’inizio di Aprile sul settimanale Grazia . Cavallo l’aveva poi fatta illustrare e aveva confezionato un libretto digitale di 10 pagine, che aveva reso scaricabile gratuitamente sul suo sito. In due settimane, quel libretto è diventato virale. Scaricato da più di 40,000 persone, e stato tradotto in 32 lingue da volontari provenienti da tutto il mondo.

«Il successo di quel libretto digitale mi ha fatto capire che i genitori hanno un disperato bisogno di contenuti per parlare ai propri bambini di quello che sta accadendo,» ha dichiarato Cavallo.

Adesso, Il dottor Li e il virus con in testa una corona diventerà un libro illustrato di 44 pagine, con una versione più lunga e completa della storia e tantissime illustrazioni originali a tutta pagina, create da Claudia Flandoli, illustratrice scientifica basata a Cambridge.

«I bambini di tutto il mondo sono molto colpiti da questa crisi, e si sta facendo troppo poco per includerli nella conversazione, per offrigli uno spazio per esplorare i loro sentimenti durante questa pandemia,» racconta Francesca. La campagna di raccolta fondi è iniziata martedì pomeriggio alle 2.30 e ha già raccolto 22,000 dollari (l’obiettivo è di raccoglierne 50,000 in un mese). «Sono molto orgogliosa del fatto che – per la prima volta – i miei lettori italiani potranno acquistare il libro su Kickstarter anche in italiano e non solo in inglese.» I sostenitori hanno tempo fino al 26 Giugno per pre-ordinare il libro in italiano, inglese o cinese. La prima edizione sarà pubblicata da Undercats, Inc, l’azienda che Cavallo ha fondato nel 2019 dopo l’uscita da Rebel Girls. Per aderire alla campagna potete andare sul sito Kickstarter .https://www.vanityfair.it/show/libri/2020/06/13/contro-il-razzismo-fin-da-bambini