Contro la violenza sulle donne: lividi sui visi di Merkel e delle leader del mondo

Sono le opere dell’artista e attivista aleXsandro Palombo, per riflettere su un «problema globale che colpisce chiunque»Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Le opere di AleXsandro Palumbo: “Just because I am a Woman – Solo perché sono una donna” Perché una foto di Angela Merkel con i lividi sotto gli occhi e una profonda escoriazione sul naso? Questa immagine è comparsa sui muri di Milano, insieme a tante altre che ritraggono le leader della politica mondiale come se fossero state vittime di violenza domestica. Sono le opere di un artista contemporaneo, l’attivista aleXsandro Palombo , e fanno parte della serie «Just because I am a Woman» . Dalla cancelliera tedesca alla giovane deputata Alexandria Ocasio-Cortez, da Hillary Clinton a Michelle Obama, da Brigitte Macron a Aung San Suu Kyi, fino a Sonia Gandhi: l’arte di Palombo è un percorso di denuncia, sensibilizzazione e riflessione su un problema globale «che colpisce chiunque, perché nessuna donna è immune dalla violenza e il cammino per l’uguaglianza di genere è ancora molto lungo», spiega l’attivista.

Le sue opere sono collocate in vari punti della città di Milano : all’ingresso dell’università degli studi di Milano in Largo Richini, sulla facciata del Teatro Lirico in via Larga 14, in Piazza Carbonari e in Via Luigi Sturzo angolo Corso Como, uscita metro Garibaldi. Sotto ognuna delle immagini dei volti tumefatti dalle percosse, è scritto: «Sono vittima di violenza domestica – Vengo pagata poco – Ho subito la mutilazione genitale – Non ho il diritto di vestire come voglio – Non posso decidere chi sposare – Sono stata violentata. La violenza contro le donne è un problema globale che tocca chiunque, senza distinzione di razza, classe o religione ».

aleXsandro Palombo, 46 anni, milanese di adozione, usa la sua arte come strumento di sensibilizzazione e riflessione su importanti tematiche sociali e culturali. Tra le sue opere più famose, «Disabeld Disney Princess», «Le Principesse Disney sfigurate dall’acido », «Brief Message », «What kind of man are you?», «Breast cancer survivors», «Survivor », «The Simpsons go to Auschwitz ».

LEGGI ANCHE Le eroine dei cartoni contro il cancro al seno

LEGGI ANCHE Le principesse sfregiate con l’acido

LEGGI ANCHE I Simpson ad Auschwitz per non dimenticare

 https://www.vanityfair.it/news/foto/2020/01/13/contro-violenza-donne-lividi-visi-merkel-leader-mondo-attivista-palombo