Coronavirus: Roche Italia dona farmaci, dispositivi e attrezzature mediche

L’azienda farmaceutica scende in campo con l’operazione «Roche si fa in 4» per far fronte all’emergenza sanitaria: gratis il farmoaco per l’artrite reumatoide e dispositivi medici, oltre a mettere a disposizione il proprio personale qualificatoSebbene quello che stiamo vivendo sia uno dei momenti più bui e difficili per il nostro Paese, le testimonianze concrete di solidarietà e generosità non si fanno attendere. A unirsi al coro delle molteplici donazioni giunte a favore degli ospedali italiani è Roche Italia , scesa in campo per dare il proprio prezioso supporto.

«Abbiamo ritenuto doveroso aderire all’invito del Presidente della Repubblica – afferma il Presidente e Amministratore Delegato di Roche Maurizio de Cicco – che ha raccomandato a tutti coesione assoluta e inderogabile impegno per fronteggiare l’emergenza. Un’azienda come la nostra non può non rispondere all’appello perché siamo parte integrante del sistema sanitario nazionale, a servizio dei pazienti, degli operatori sanitari e di tutto il Paese. Voglio cogliere l’occasione per testimoniare la nostra gratitudine ai medici tutti, agli infermieri, ai farmacisti, ai volontari, a tutti coloro che sono in prima linea per affrontare e superare una difficoltà che avrà il pregio di unirci ancora di più».

L’azienda farmaceutica ha avviato l’operazione «Roche si fa in 4»  con la quale si impegna a mettere a disposizione delle strutture ospedaliere risorse necessarie per far fronte all’emergenza attraverso quattro azioni mirate:

Cessione gratuita del proprio farmaco per l’artrite reumatoide . Sebbene il tocilizumab (RoActemra), il farmaco attualmente impiegato per il trattamento dell’artrite reumatoide, non sia indicato per il trattamento della polmonite da Covid-19, la comunità scientifica sta dimostrando interesse al suo utilizzo dopo l’inserimento nelle linee guida cinesi. È per questo che il gruppo farmaceutico si impegna a fornirlo gratuitamente per il periodo dell’emergenza a tutte le Regioni che ne facciano richiesta , fatte salve le scorte necessarie a consentire la continuità terapeutica ai pazienti affetti da patologie per cui il prodotto è autorizzato. Ma non solo. Fino alla risoluzione dell’emergenza, l’azienda mette a disposizione gratuitamente il servizio di telemedicina integrata per le persone con diabete che consente la comunicazione della cartella clinica Smart Digital Clinic e l’app mySugr.

Attivazione del volontariato di competenza . Vista la mancanza di personale sanitario, Roche mette a disposizione il proprio personale altamente specializzato. Si contano circa 1.000 persone, il 50% delle quali opera capillarmente su tutto il territorio e possiede un titolo di laurea in materie scientifiche.  Si tratta di un capitale umano che può essere, parzialmente e su base volontaria, messo a disposizione del sistema, per offrire supporto e consulenza telefonica collaborando con chi già svolge questo difficile compito

Donazione di 1 milione di euro in dispositivi di protezione per i medici di medicina generale e attrezzature per le terapie intensive . In collaborazione con Cittadinanzattiva e FIMMG, l’azienda si impegna a erogare 1 milione di euro per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza individuale, mascherine e occhiali protettivi  per i medici di medicina generale che in questo momento ne sono sprovvisti. Questa operazione include anche una precedente donazione di caschi per la ventilazione dei pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Promozione della campagna «stai a casa, leggi un libro» rivolta agli under 25.  In collaborazione con gli Assessorati alla Cultura di Milano e Monza e Brianza, Roche regalerà un libro accompagnato da materiale informativo utile ad aumentare la consapevolezza delle giovani generazioni sul tema della centralità del senso civico individuale e collettivo in una fase di emergenza sanitaria.LEGGI ANCHE Speciale Coronavirus

LEGGI ANCHE #iosonoMilano, #iosonolamiacittà, #iosonoItalia: l’appello di Vanity Fair non si ferma piùhttps://www.vanityfair.it/news/cronache/2020/03/13/covid-19-roche-italia-donazione-farmaci-dispositivi-medici-coronavirus