Dentro il «Megxit summit»: tra videoconferenze e dolci ricordi

A Sandringham House, Harry è arrivato in grande anticipo per parlare un po’ da solo con la regina Elisabetta, che per il vertice ha scelto una sala importante nella memoria del nipote. Poi ancora la videocall sospesa con Meghan (per paura delle intercettazioni) e il monito di Carlo (che minaccia di tagliare i fondi): dettagli e aneddoti su uno dei meeting più importanti nella storia della royal family#Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social #Megxit L’addio di Meghan e Harry visto dai social Riflettori puntati su Sandringham . Per oltre un giorno, il piccolo villaggio del Norfolk – sulla costa centro orientale dell’Inghilterra – è diventato il centro del mondo, con giornalisti e troupe televisive assiepati davanti alla residenza reale. A Sandringham House , la casa in campagna dei Windsor, si è svolto infatti uno dei meeting più importanti – e rivoluzionari – nella storia della royal family inglese.

A convocarlo, in prima persona, è stata la regina Elisabetta , «turbata» dall’annuncio choc delle «dimissioni» dei Sussex dai doveri reali. All’incontro erano presenti i capi famiglia, o meglio, i Windsor dalla nascita: lei, il figlio Carlo e i nipoti William e Harry . Assenti dunque il principe Filippo, visto allontanarsi dalla villa in auto, la duchessa di Cornovaglia, Kate Middleton e persino Meghan Markle.

L’ex attrice americana, tornata pochi giorni fa a Toronto dal figlio Archie , avrebbe dovuto partecipare in videocall al summit, visto che si parlava del futuro della sua vita: alla fine, però, pare che lo staff di corte abbia preferito evitare videoconferenze per il rischio di intercettazioni . Tanto a far le veci di Meghan c’era il marito Harry, arrivato a Sandringham in largo anticipo per discutere da solo con sua nonna.

Stando al report del DailyMail , i due avrebbero parlato a lungo e pare che la sovrana non abbia nascosto al nipote la delusione per la sua scelta di «staccarsi » dalla royal family. Una delusione che – tra l’altro – specifica pure nel comunicato finale che dovrebbe chiudere il «caso-Megxit»: «Avrei preferito rimanessero membri full time della famiglia, ma capisco e rispetto la loro voglia di maggior indipendenza ».

Comprensiva, la regina Elisabetta si dice abbia scelto come location del meeting la Long Library, dove Harry e William – da bambini – andavano a bere il tè con mamma Diana , durante le festività natalizie a Sandringham. Tra teneri ricordi, quindi, il summit è iniziato puntuale , alle 15, e si è svolto per oltre due ore in «un’atmosfera tranquilla »: nessuno ha alzato i toni, è stata «una conversazione costruttiva ».

Certo, ci sono stati punti spigolosi , come la questione economica. Sembra che Carlo sia convinto che Harry intenda fare affidamento su alcuni introiti (il ducato di Cornovaglia) per pagare determinate spese di famiglia: un’ipotesi che non lo convince . La regina ha detto che «i Sussex non vogliono più dipendere dai fondi pubblici », ma pure che per alcune decisioni complesse «ci sarà bisogno di altro lavoro ».

Intorno alle 17.30 Carlo, William e Harry hanno lasciato Sandrigham con tre auto separate . Un nuovo capitolo in casa Windsor può ufficialmente cominciare.

LEGGI ANCHE La regina Elisabetta: «Sosteniamo la scelta di Harry e Meghan»

LEGGI ANCHE Quando William disse a Harry di non sposarsi «troppo in fretta»https://www.vanityfair.it/people/mondo/2020/01/14/dentro-megxit-summit-videoconferenze-dolci-ricordi-harry-regina-meghan