Dpcm firmato: stop alle gite scolastiche, no feste, no calcetto, sì alle palestre

Via libera quindi alle nuove restrizioni decise dal Governo che si è riunito ieri sera. Il Dpcm durerà per 30 giorniIl premier Conte esclude nuovo lockdown totali, ma già si porta avanti nel dire che «si potrebbe pensare a lockdown circoscritti».  Frase che  comunque nessuno sa  esattamente che cosa voglia dire. Via libera quindi alle nuove restrizioni decise dal Governo che si è riunito ieri sera proprio per analizzare ogni punto del provvedimento che impone restrizioni più rigide rispetto a quello in vigore fino a ieri. Il Dpcm durerà per  30 giorni.

La stretta del nuovo Dpcm per contenere i contagi da Covid-19 si concentrerà soprattutto sulla vita sociale e nelle aree della movida.

LEGGI ANCHE Stato di emergenza fino al 31 gennaio: ma cosa significa esattamente?

Obbligo di mascherine in luoghi chiusi e all’aperto

L’articolo 1 del dpcm stabilisce che “è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande”.

Dall’obbligo è escluso chi fa attività sportiva , i bambini sotto i 6 anni , i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Viene inoltre “fortemente raccomandato” l’utilizzo dei dispositivi “anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”.

LEGGI ANCHE Governo e nuovo Dpcm: stop a movida e nozze con pochi intimi

Stop alle serate nei locali

Feste di compleanno, di laurea, e le  altre del genere saranno vietate nei locali pubblici e nelle discoteche. Secondo il Dpcm «sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto ».

Matrimoni e altre cerimonie

Limite massimo: 30 invitati.  Per i banchetti «viene fissato il limite di 30 invitati seguendo comunque le regole già previste dai protocolli» e dunque il distanziamento di un metro tra le persone e l’obbligo di mascherina quando non si sta seduti al tavolo .

I buffet sono consentiti soltanto mantenendo il distanziamento e dovrà essere il personale di sala a distribuire cibo e bevande.

Bar e ristoranti

Si potrà stare dentro e fuori ma sempre seduti, altrimenti è vietato rimanere oltre le 21 perché il provvedimento del governo ribadisce il divieto di assembramento. Ma «le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite sino alle ore 24 con servizio al tavolo e sino alle ore 21 in assenza di servizio al tavolo».

Cibo a  domicilio

Resta consentita la  ristorazione d’asporto.

Le gite scolastiche vietate

Sospese tutte le gite scolastiche e le uscite a fini didattici, viaggi di  istruzione, visite guidate , ecc. Sono invece consentiti «i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio».

Niente serate a calcetto, ma la palestra sì

«Sono vietate tutte le gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere amatoriale ».

Potranno invece continuare l’attività le palestre e le scuole per i ragazzi purché rispettino i protocolli e le linee guida già approvate.

LEGGI ANCHE La vita nella pandemia raccontata da fotografi di tutto il mondo

Lo stadio

È consentita «la presenza di pubblico, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi, esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente , con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e l’utilizzo della mascherina».

LEGGI ANCHE Covid: dalla Francia alla Gran Bretagna, la seconda ondata è arrivata?

LEGGI ANCHE Gli italiani nella pandemia? Più arrabbiati, ma anche più altruistihttps://www.vanityfair.it/news/cronache/2020/10/13/dpcm-firmato-stop-alle-gite-scolastiche-no-feste-no-calcetto-si-alle-palestre