È tornato il «Ninja» Nainggolan, tra gol e dediche alla moglie malata

Il Guerriero del Cagliari ha segnato il primo gol stagionale. «È per mia moglie, che sta vivendo un momento particolare». Claudia sta lottando con la malattia che l’ha colpita in estate. E accanto a lei anche il «Bad boy» della Serie A sta cambiandoLA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA LA BATTAGLIA DEL NINJA Dentro un gol ci sono tante cose. C’è la gioia, c’è la rabbia. C’è un pallone da scagliare nella porta avversaria, c’è una malattia da prendere a calci e mandare lontano, il più lontano possibile. Dentro un gol ci sono un uomo – Radja Nainggolan – e la sua compagna. Stanno giocando due partite diverse, ma sono insieme. Il Guerriero è tornato. Con un gol dei suoi. Il primo di quest’anno. Gol fondamentale per la vittoria del Cagliari sulla Spal. Che il «Ninija» ha festeggiato così: «La dedica va a mia moglie: è un momento particolare per lei». Claudia Lai è la moglie di Nainggolan. Sono spostati dal 2011, hanno due figlie, Aysha e Mailey.

Prima dell’estate, Claudia ha scoperto la malattia. Con un post sincero e drammatico, l’11 luglio scorso l’aveva resa pubblica . «E’ da un mese che mi sveglio la mattina sperando si tratti solo di un incubo.. è da un mese che mi sveglio la mattina e realizzo di vivere dentro ad un incubo. Ho sperato che questa giornata arrivasse il più tardi possibile ma non è stato cosi.. le giornate sono volate e con loro anche la mia allegria.. da oggi inizierò un nuovo percorso della mia vita.. la chemioterapia».

La scelta – condivisa con il marito – era stata dettata dalla volontà di sensibilizzare chi la segue sui social. Da allora Claudia ha intrapreso un lungo percorso di dolore, sofferenza e qualche momento di sollievo. Non ha mai smesso di mostrarsi sorridente, fiduciosa nella vita. Come è successo quando è tornata a Roma – dove ha vissuto quattro anni dal 2014 al 2018 quando Radja vestiva la maglia giallorossa – ed è andata all’Olimpico, posando con l’amica fotografa Laura Gozzi, e con Amra Silajdzic, attrice e modella bosniaca e moglie di Edin Dzeko.

La malattia della moglie è stato un punto di svolta anche per Nainggolan. Che proprio in estate ha deciso di lasciare Milano e tornare a Cagliari, città d’origine di Claudia. I due si erano infatti conosciuti quando il giovane Radja si stava facendo apprezzare con la maglia del club sardo. E a Cagliari Nainngolan è rinato. «Tornare qua è stata una scelta facile, i tifosi mi hanno sempre accolto come un figlio adottivo» . Ha fatto un passo indietro, tornando in provincia, ma per il «Ninja» vale come una rincorsa. «Dimostrerò che posso giocare ancora in una grande squadra».

Ma c’è un’altra trasformazione in atto. Il «Bad boy» della Serie A sembra essere cambiato. La sua regola era: non avere regole. E quindi ecco il Nainggolan che beve, fuma, posta e si vanta sui social delle sue scorribande, frequenta più night che aree di rigore, se la spassa, finisce sempre nei casini, o comunque al Casinò. Disobbediente, irregolare. Sopravvissuto a se stesso, abbandonato dal padre (con cui non ha mai ricucito i rapporti), cresciuto con la madre Lizi (mancata qualche anno fa) e la sorella gemella Riana (calciatrice pure lei, dichiaratamente omosessuale) in un quartiere ghetto di Anversa, in Belgio. Un ragazzo sbandato che nel calcio ha trovato rifugio. Tra i suoi cinquanta tatuaggi c’è anche – sul braccio sinistro – una carpa: simbolo del coraggio. Quello che oggi unisce Radja e Claudia.

LEGGI ANCHE Claudia Lai, la moglie di Nainggolan all’Olimpico con Amra Dzeko

LEGGI ANCHE

Claudia, moglie di Nainggolan, il tumore e la chemio: «Il periodo più brutto della mia vita»

LEGGI ANCHE

La battaglia di Claudia, moglie di Nainggolan: «Inizio la chemioterapia, combatterò questa brutta bestia»https://www.vanityfair.it/sport/storie-sport/2019/10/21/nainggolan-dedica-gol-moglie-malattia