Guida alle case versione tv: tutto quello che c’è da sapere (e imparare)

I palinsesti televisivi sono ormai intasati di programmi dedicati al mercato immobiliare. Tra le ristrutturazioni dei «Fratelli in Affari» e le proprietà comprate grazie ai proventi della lotteria, quel che abbiamo capito è che i paraschizzi, in cucina, fanno sempre la differenza e Dio ci scampi dai prezzi di VancouverCosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Cosa ho imparato dagli show sulle case Case, case, e ancora case. Case da ristrutturare, case di lusso, case accessibili ed altre meno, ficcate, tutte, nel palinsesto tv. Le case, con il loro seguito di arredi e muri, atti di compravendita e restauro, hanno saputo sostituire la cucina. E, laddove un tempo c’erano i fornelli, nel pomeriggio televisivo fatto di torte e profumi, sono comparsi mattoni e agenti immobiliari. Drew e Jonathan Scott, i Fratelli in Affari d’America, hanno saputo guidare la rivoluzione: l’uno con la giacca e la cravatta, le camicie sgargianti che solo oltreoceano possono accompagnare un completo, l’altro con la flanella a quadri di chi lavora il legno. CI hanno insegnato, i gemelli mori del settore immobiliare, che non ci sono case costrette a rimanere sogni, ma muri in cartongesso con i quali costruire i propri desideri.

LEGGI ANCHE Come arredare la casa con i tappeti di design

Drew e Jonathan Scott, insieme, sono riuscita a restituirci l’importanza di una ristrutturazione, la sua opportunità. E, quasi, è venuto da chiederci perché mai questi angeli del calcestruzzo siano confinati negli Stati Uniti? Perché, in Italia, (pronto, Giulia Garbi?) non esista alcun corrispettivo, alcuna coppia di fratelli o sorelle pronti a fare di case grezze diamanti scintillanti? Abbiamo guardato Fratelli in Affari . Ci siamo bevute, l’una dopo l’altra, le trattative di Buying & Selling , convincendoci di quanto poco si possa investire in un’abitazione per farne lievitare il prezzo. Abbiamo scelto insieme ai proprietari quale casa prendere e quale lasciare, ringraziando una volta di più colui che ci ha dato il relativismo. Ché Milano è cara, ma Vancouver non ha pari. Ci siamo stretti, soffocando, nelle Tiny Houses e chiesti cosa faremmo noi, se vincessimo casa alla lotteria.

LEGGI ANCHE Dentro la (nuova) casa di Meghan Markle

Abbiamo studiato il palinsesto di Cielo e Hgtv, e di lì, nell’attesa di vedere in Italia squadre pronte ad insegnarci i misteri della ristrutturazione, l’importanza di una paraschizzi a mosaico e di cucine aperte sul salotto, così da vedere i bambini muoversi senza alcuna difficoltà, abbiamo provato a trarre una guida. Per chi cerca casa, per chi l’ha già trovata o per chi, nei giorni di permanenza coatta tra le mura domestica, voglia sognare di nuovi spazi e bagni padronali grandi quanto una suite.

LEGGI ANCHE Nel blu dipinto di Classic Blue: come arredare con il colore scelto da Pantone per il 2020https://www.vanityfair.it/lifestyle/casa/2020/03/13/guida-alle-case-programmi-tv-fratelli-in-affari-home-design