Harry, che a Los Angeles si sente «perso», come Meghan a Londra

Il principe non riesce a trovare uno scopo a Los Angeles, mentre Meghan lontana dal Regno Unito è rifiorita. Una situazione prevedibile: Harry non ha lasciato solo la sua città, ma anche uno status e un ruolo, l’unico mondo che ha sempre conosciuto27 novembre 2017 18 maggio 2018 26 Luglio 2018 Novembre 2018 2 aprile 2019 6 Maggio 2019 Agosto 2019 Ottobre 2019 Dicembre 2019 8 Gennaio 2020 9 marzo 2020 Harry d’Inghilterra e la California, un feeling che tarda ad arrivare. E chissà se mai scoccherà, la scintilla tra il principe e la scintillante Los Angeles. Certo è che da quando con la moglie Meghan Markle e il figlio Archie ha lasciato il Canada, alla fine di marzo, per lui le cose non sono state affatto semplici e le ultime notizie che lo riguardano confermano le premesse.

Stando a Tom Quinn, giornalista e autore di diversi libri a tema royal (l’ultimo è Kensington Palace: An Intimate Memoir from Queen Mary to Meghan Markle ), il secondogenito di Carlo e Diana si sentirebbe «perso» a vivere a Los Angeles, così come Meghan lo era a Londra.

«Harry non odia Los Angeles», il problema è che non trova un suo «ruolo», ha rivelato Quinn al Daily Star, anche se per farlo si starebbe impegnando molto. A tutto ciò si aggiunge un’altra variabile potenzialmente distruttiva per il principe, l’energia positiva di Meghan. «È sempre stata un problema, fin dall’inizio della relazione. Meghan è una dinamo». Ne emerge il ritratto di un principe un po’ succube della moglie, Harry starebbe «davvero lottando con la sua situazione di vita e sta avendo difficoltà a trovare lavoro».

Una confusione più che prevedibile. Harry non ha lasciato solo la sua città e la sua famiglia di origine, ma anche un ruolo e uno status: di fatto ha voltato le spalle all’unica vita che ha conosciuto per fare un salto nel buio, e questa potrebbe essere la prova più dura per lui e per il suo matrimonio con la Markle, che ora, finalmente «a casa» e lontana da Londra può riprendere le fila della propria vita da dove le aveva lasciate, o quasi.

L’ex attrice non potrebbe essere più criticata in questo momento, nonostante ultimamente si sia data molto da fare, soprattutto scendendo in campo contro il razzismo dopo l’omicidio di George Floyd. Non basta, però, almeno agli inglesi.

Le ultime accuse erano arrivate pochi giorni fa dal fotografo reale Arthur Edwards, che parlando a TalkRadio aveva affermato senza troppi giri di parole che nei piani dell’ex attrice non ci fosse mai stata lintenzione di vivere a Londra. Nonostante questo progetto, però, non aveva esitato a spendere 2,4 milioni di sterline per restaurare Frogmore Cottage, denaro pubblico, che dovrebbe essere restituito, anche se in molti si chiedono dove vivranno i Sussex quando e se torneranno a Londra, sia pure per poche settimane o giorni.

E poi c’è Harry. «Negli ultimi due anni è diventato completamente acido, non mi parlava da un anno. Lo fotografo da quando è nato, dipendeva completamente da lei», ha sottolineato il fotografo. Per Edwards, insomma, Meghan sarebbe l’unica responsabile del cambiamento del principe, oggi in difficoltà e in cerca di un nuovo se stesso. Difficile capire se riuscirà a ritrovare il giusto equilibrio. La scelta fatta, di certo, sta pesando non poco su di lui, e ci si chiede quali potrebbero essere le conseguenze.

LEGGI ANCHE Archie non ha nemmeno un amico perché mamma Meghan è «troppo famosa»

LEGGI ANCHE

«Il principe Carlo deve avere amato molto Diana»https://www.vanityfair.it/people/mondo/2020/07/13/harry-a-los-angeles-si-sente-perso-foto-gossip-meghan-notizie