Harry e Meghan tagliano tutti i rapporti con quattro tabloid britannici: la lettera

Continua la battaglia dei Sussex contro la stampa scandalistica inglese. Dopo le denunce dei mesi scorsi ora è arrivata una missiva con cui i due tagliano i ponti con le testate che a loro giudizio «distruggono la vita della gente» diffondendo «bugie» solo «per soldi»27 novembre 2017 18 maggio 2018 26 Luglio 2018 Novembre 2018 2 aprile 2019 6 Maggio 2019 Agosto 2019 Ottobre 2019 Dicembre 2019 8 Gennaio 2020 9 marzo 2020 Harry e Meghan  ormai dallo scorso marzo vivono a Los Angeles . Ma la loro battaglia contro la stampa scandalistica britannica continua. Con una lettera durissima, e senza precedenti, i Sussex hanno tagliato i ponti con quattro testate: The Sun, The Daily Mail, The Mirror and The Express . Spiegando di essere in totale disaccordo col loro sistema di fare informazione. Un sistema che a loro giudizio ha «fatto a pezzi» la vita di tante persone «senza alcuna ragione», «solo per aumentare i profitti con pettegolezzi salaci». Perciò non risponderanno ad alcuna domanda di questi giornali , con cui si ripromettono di avere «zero rapporti e zero contatti» . Una politica che, precisano, non riguarderà «gli altri media».

La lettera inviata alle quattro testate (tramite gli avvocati dei Sussex) è solo l’ultima tappa della battaglia di Harry e Meghan contro la stampa scandalistica britannica. La Markle nei mesi scorsi, quando era ancora una royal, ha fatto causa ad Associated Newspapers, editore del Mail on Sunday , la versione domenicale del Daily Mail, per la lettera privata al padre Thomas finita in prima pagina all’inizio del 2019. Il principe, da parte sua, ha querelato il Sun e il Mirror perché avrebbero intercettato la sua segreteria telefonica .

Nella nuova lettera Harry e Meghan precisano che la loro decisione di tagliare i ponti coi quattro tabloid britannici non ha nulla a che vedere con la censura della libertà di stampa: «I media hanno tutto il diritto di avere le loro opinioni sui duchi di Sussex , buone o cattive che siano. Ma non possono essere basate su falsità ».

Già nel settembre 2019, durante il tour in Sudafrica con Meghan , Harry aveva attaccato pubblicamente i tabloid britannici con una dura nota in cui li accusava di aver condotto una «spietata campagna» contro la moglie, «diffamandola quasi ogni giorno negli ultimi nove mesi». E aveva fatto riferimento a sua madre Diana , morta a Parigi in un’incidente d’auto nell’agosto 1997 mentre cercava di sfuggire ai paparazzi, rivelando la sua paura più grande: «Che la storia si ripeta» .

LEGGI ANCHE Meghan Markle, prima intervista tv post Megxit: parlerà (anche) della royal family?

LEGGI ANCHE Kate Middleton e William in quarantena, col piccolo Louis che interrompe le videochiamate (di lavoro)

LEGGI ANCHE Hugh Grosvenor, il miliardario (single) e padrino di baby George che ha fatto una maxi donazionehttps://www.vanityfair.it/people/mondo/2020/04/20/harry-meghan-tagliano-rapporti-tabloid-britannici-lettera-foto-gossip