Il principe Carlo festeggia il compleanno in Germania (e in attesa del trono)

Il primogenito della regina è a Berlino insieme a Camilla, per il primo viaggio in coppia in era Covid. Spegne 72 candeline: è l’erede al trono più longevo di sempre, e a quanto pare Elisabetta II non ha nessuna intenzione di abdicareCarlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Carlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Carlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Carlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Carlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Carlo e Camilla, la prima uscita dopo il lockdown (per visitare lo staff di un ospedale) Per i 70 anni ha avuto in suo onore un concerto alla Royal Abert Hall, una cena solenne a Buckingham Palace e un francobollo celebrativo. Lo scorso anno, invece, il principe Carlo – primogenito di Elisabetta II e del principe Filippo, nato a Buckingham Palace alle 21:14 del 14 novembre 1948 – era in visita ufficiale in India. Da solo perché l’amata Camilla, per un problema di salute, era stata costretta ad annullare tutti gli impegni pubblici all’ultimo minuto.

E quest’anno? Il principe Carlo e Camilla sono attesi in Germania, per il loro primo viaggio all’estero insieme da quando è iniziata la pandemia di coronavirus. Domenica 15 novembre parteciperanno a Berlino alla cerimonia per il National Day of Mourning, che quest’anno celebra l’amicizia tra Germania e Regno Unito cresciuta dopo la fine della Seconda guerra mondiale.

Carlo, ricordano intanto i tabloid in patria, è l’erede al trono più longevo, e secondo le ultime indiscrezioni Sua Maestà Elisabetta II non avrebbe alcuna intenzione di abdicare in suo favore, né di nominarlo reggente. Anzi, dopo il vaccino anti-Covid, la 94enne vuole tornare ad occuparsi dei doveri reali in prima linea.

Negli anni, del principe Carlo si è detto molto anzi moltissimo. Ma per molti resta ancora un mistero chi si cela davvero dietro l’uomo in attesa perenne. Pochi i punti fermi. La vita di Charles è stata vissuta all’ombra di una madre importante , il cui mantra è sempre stato «mai lamentarsi, mai spiegarsi». È diventato primo in linea di successione a tre anni e da allora, nonostante la fila dietro si sia incredibilmente allungata (oggi ci sono il figlio William, 38, i nipoti George, Charlotte e Louis, e poi l’altro figlio minore Harry, 36, e il piccolo Archie), nulla è cambiato. Carlo continua a prepararsi al ruolo di re, con i verbi sempre coniugati al futuro.

La sua infanzia, narrano le cronache, non dev’essere stata delle più felici, spinto a maturare un carattere forte, avviato per tradizione alla carriera militare, nonostante la poca vocazione. A lui, d’altronde, sono sempre piaciute le piante (nel 1986 aveva confessato persino di parlare con loro), i fiori, i cibi biologici che vengono coltivati nelle sue terre (l’orto biologico messo su a Highgrove molto prima di quello di Michelle Obama). E da oltre 20 anni, Carlo dipinge paesaggi, ama ascoltare Wagner, sorseggiare brandy, e collezionare libri antichi. Altro pilastro della sua vita da re to-be è sempre stato l’impegno benefico. Nel corso degli anni ha fondato una serie di enti di beneficenza ed è patrono di oltre 400 organizzazioni . Si dice sia in grado di raccogliere tra i 140 e i 180 milioni di sterline l’anno grazie alle sue ramificate conoscenze e alla sua influenza.

Carlo oggi è quello che più si impegna, dopo mamma Elisabetta, a mandare avanti la «Firm». Ed è quest’ultimo «dettaglio» ad averlo avvicinato sempre più – in età adulta – alla madre. E poi c’è il capitolo amore , il più doloroso, il più chiacchierato. Il matrimonio «troppo affollato» e infelice con la giovane Diana Spencer , scomparsa tragicamente in un incidente nel 1997, due anni dopo il chiacchierato divorzio, e l’amore in grado di resistere a tutto per Camilla, oggi sua seconda moglie.

Così dopo l’attesa più lunga della storia e data l’età in cui Charles salirà al trono, sarà il re più anziano mai avuto dal Regno Unito. E questo significa inevitabilmente che il suo vero compito sarà quello di fare da traghettatore: tra l’era di Elisabetta II e quella di William V, suo figlio.

LEGGI ANCHE Il principe Carlo, che la notte prima della nozze confessò a Diana: «Non ti amo»

LEGGI ANCHE «The Crown 4», è stata Emma Corrin a volere sullo schermo la lotta di Diana contro la bulimiahttps://www.vanityfair.it/people/mondo/2020/11/13/principe-carlo-compleanno-germania-attesa-trono-camilla-news-gossip