#iosonoMilano: We love you

Un fotografo e un’attrice milanesi, Giovanni Gastel e Matilde Gioli, lanciano un messaggio d’amore alla loro città. Con la fierezza di chi sa apprezzarne il fascino e la forzaWe Love You We Love You We Love You We Love You #iosonoMilano , ma anche Wuhan, Parigi, Piacenza, Roma, Madrid, Teheran, Treviso, il mondo intero. Quello di questo numero di Vanity Fair è un appello corale all’unità, alla razionalità e al senso del dovere  per affrontare la sfida globale a questo a virus

Questo articolo è stato pubblicato sul numero 11 di «Vanity Fair», in edicola fino al 24 marzo

ANIMA PULSANTE BY MATILDE GIOLI

«Milano mia bella… dopo 30 anni smarrirmi per i tuoi vicoli mi riempie ancora il cuore di amore e il cervello di adrenalina. Più ti sto lontana più mi manchi, meravigliosa città dalle mille facce. Quando tutto sarà solo un brutto ricordo, ti ritroverò ancora più forte e unica che mai».

L’OMBELICO DEL MONDO BY GIOVANNI GASTEL

«C’è una forza in Milano che è difficile definire. Eppure vive nelle fibre di questa città e la attraversa

come un sangue di azioni e un bisogno di fare, creare, costruire. Quasi una necessità fisica. Che ci fa alzare il mattino con la speranza di aggiungere un pezzo a questa eterna e inarrestabile costruzione che è la città. Abbiamo sopportato con stoico coraggio pesti e carestie, dominazioni e pesanti ingerenze di altri Paesi, eppure siamo stati sempre il centro spirituale di questa nazione, perfino prima che questa prendesse davvero vita. Milano è un crocevia di pensiero e di azione, è il luogo esatto dove l’astratto si fa concreto. In cui il più visionario dei sogni può farsi realtà. La mia fierezza nell’essere un cittadino del mondo ma nato a Milano è immensa e la porto da sempre con me nel profondo del cuore».

LEGGI ANCHE Charity Cheah: «Mettiamo da parte il nostro ego. Dobbiamo seguire le regole»https://www.vanityfair.it/beauty/beauty-star/2020/03/13/we-love-you