#italiamimanchi: viaggio (virtuale) nei beni del Fai

Il nostro è un Paese bellissimo. E il Fai lo sa bene: con #italiamimanchi ci accompagna ogni giorno in luogo diversoCastello e parco di Masino Villa del Balbianello Villa dei Vescovi Bosco di san Francesco Parco Villa Gregoriana Abbazia di santa Maria di Cerrate I giganti della Sila Saline Conti Vecchi Chiusi in casa, con l’orizzonte limitato a quello che osserviamo dal balcone, è facile provare una profonda nostalgia per tutta la bellezza che ci circonda e che non possiamo vedere. Ne sono convinti anche al Fai , ma non per questo però le persone che animano il Fondo per l’Ambiente si danno per vinte, anzi: la quarantena – che ha obbligato a rimandare le tradizionali giornate di primavera – ha permesso loro di riflettere su quanto è stato fatto negli anni, ma anche di pensare a nuovi progetti . Nasce così #italiamimanchi , l’iniziativa che permette di visitare virtualmente i beni del Fai accompagnati dal loro vicepresidente, Marco Magnifico , e da tutto lo staff della fondazione. Ogni giorno quindi, attraverso i canali social del Fai, è possibile scoprire le storie e gli aneddoti dei tanti beni in giro per l’Italia, soffermandosi a considerare particolari prima un poco trascurati, ascoltare “la prima volta” di Magnifico nei diversi beni gestiti dal fondo, scoprire ricette e menu legati a ville, palazzi e giardini, oppure condividere con i giardinieri, sapienti custodi di un patrimonio ricchissimo e multiforme, i segreti per la cura dei nostri giardini e terrazzi. Nella nostra gallery diamo invece voce a otto property manager dei beni del Fai (si va dal Bosco di san Francesco ad Assisi all’Abbazia di santa Maria di Cerrate a Lecce, dal parco di Villa Gregoriana in provincia di Roma alla villa dei Vescovi non lontano da Padova) di raccontarci cosa manca loro di più, e quale sarà la prima cosa che faranno quando si potrà tornare in questi luoghi straordinari. Perché, come dice lo stesso Andrea Carandini , archeologo di fama e presidente del Fai, “una volta risanati, ci ritroveremo a festeggiare nei pascoli, giardini, architetture e nelle manifestazioni che i volontari organizzeranno per tutti con la gioia e la passione di sempre”. Non ci resta che aspettare allora, e fantasticare sulla nostra prima visita dopo la quarantena, certi che sarà in un luogo da sogno.

LEGGI ANCHE La magia di Pompei vista dall’alto

LEGGI ANCHE E le webcam ci portano a scoprire la natura più bella del mondo

LEGGI ANCHE Visitiamo (virtualmente) anche il castello di Windsor

 https://www.vanityfair.it/viaggi-traveller/notizie-viaggio/2020/04/14/italiamimanchi-viaggio-virtuale-nei-beni-del-fai