ITS 2020: i finalisti

La diciottesima edizione del concorso rivolto ai giovani creativi della moda sarà rimandata a ottobre, ma si farà. Selezionati i 36 finalisti su oltre 600 portfolioI finalisti di ITS 2020 (International Talent Support) sono stati decretati . Nonostante una pandemia che ha stravolto vite e progetti, il desiderio di non fermarsi è più forte. Ecco perché il celebre contest per giovani creativi della moda, lanciato nel 2002 da Barbara Franchin e giunto alla sua 18esima edizione, si farà. Grazie anche al supporto e alla collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, Promoturismo FVG, Comune di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Friuli e Fondazione CariGo, come il patrocinio di Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale.

Al posto del consueto appuntamento di luglio, l’evento finale si terrà il 23 ottobre , e, a contendersi il primo premio saranno i 36 finalisti, provenienti da 16 Paesi, selezionati da remoto da un’attenta giuria che ha esaminato oltre 600 portfolio. Here We Belong è il tema puntuale, quasi preveggente, di questa edizione che ispira quel senso di appartenenza ai luoghi e alle culture di origine, alle comunità, ma soprattutto all’umanità. A fare da corollario l’elemento della sostenibilità , intesa in tutte le sue forme – ambientale, sociale, umana -. Un tema affrontato per la prima volta da ITS nel 2016, e che oggi torna con una centralità e un significato ancora più rilevanti: come una vera e propria necessità imprescindibile.

«Tutto questo, che per noi rappresenta continuità e sicurezza, acquisisce oggi un signi cato e un valore nuovi – sono le parole di Barbara Franchin, Fondatrice e Direttrice di ITS , recentemente riconosciuta da Forbes come una delle 100 donne Italiane più autorevoli – La collaborazione e il supporto del territorio e dei partner, così come la resilienza straordinaria dimostrata da tutti i talenti che hanno scelto di partecipare all’edizione 2020, e dal team di ITS, hanno oggi un significato e un impatto più profondo sul nostro progetto e su ognuno di noi. Ogni portfolio che abbiamo ricevuto rappresenta un germoglio di resilienza, una volontà di rigenerazione, una speranza per un futuro diverso da pensare e realizzare insieme».

THE FASHION FINALISTS

Sara Michal Workeneh – Israeli

Noa Baruch – Israeli

Andrew Bell – Irish

Tara Al-Wali – British

Syna Chen – Chinese

Rosie Baird – Scottish

Jimin Lee – South Korean

Kin Yan Lam – Chinese

Aharon Genish – Israeli

Cameron Williams – British

Olivia Rubens – Canadian

THE ITS FASHION@WORK BY ILLY FINALISTS

Tara Al-Wali – British

Rosie Baird – Scottish

Johanna Parv – Estonian

Kin Yan Lam – Chinese

Yuhan Xu – Chinese

Shiori Mizuochi & Hiroki Okamoto – Japanese

Cameron Williams – British

Anyango Mpinga – Kenyan

Keewon Shin – South Korean

Rebar Aziz – German

THE ACCESSORIES & JEWELLERY FINALISTS

Yunfei Ma – Chinese

Clara Chu – Portuguese

Rei Sato & Jumi Tanabe – Japanese

Johanna Parv – Estonian

Rebecca Mardsen – Irish

Eva Verwicht – French

Maria Bika – Greek

Felipe Fiallo – Ecuadorean

Ninja D. Evangelista – Austrian

Jittrakarn Bunterngpiboon – Thai

Jing Han – Chinese

Bo Zhang – Chinese

THE ITS ARTWORK BY SWATCH ART PEACE HOTEL FINALISTS

Natsumi Osawa – Japanese

Byung Yoon Lee – South Korean

Clara Chu – Portuguese

Rei Sato – Japanese

Jumi Tanabe – Japanese

Gui Rosa – Portuguese

Aharon Genish – Israeli

Liuxu Luo – Chinese

THE LOTTO SPORT FINALISTS

Scarlett Gapp – British

Johanna Parv – Estonian

Minjae Chang – South Koreanhttps://www.vanityfair.it/fashion/news-fashion/2020/05/13/its-2020-finalisti