Le star a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno»

Da Kate Winslet a Harrison Ford, da Jim Carrey a Lady Gaga, sono tanti i divi planetari che agli inizi ricevettero solo porte in faccia. Spesso accompagnate da parole che avrebbero distrutto l’autostima, e la carriera, di chiunqueDa falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» Da falliti a star. Ecco i Vip a cui avevano detto: «Lascia perdere, non sarai mai nessuno» «Lascia perdere, non sarai mai nessuno». Sono partite da stroncature di questo tenore le carriere di alcuni aspiranti artisti che hanno poi raggiunto fama planetaria. Per esempio Harrison Ford , agli inizi, era stato assunto come attore «rimpiazzo» per 150 dollari a settimana. Il giorno dopo aver girato la sua prima brevissima scena, un produttore lo convocò e gli disse : «Ragazzo, ho visto le riprese di ieri: non hai speranze nel mondo del cinema, lascia perdere ». Dopo qualche anno Harrison si riscattò ottenendo la parte di Ian Solo nella saga di Star Wars e poi il ruolo di Indiana Jones. Non furono meno miopi, con la regina dei talk show americani Oprah Winfrey , i dirigenti della Wjz-tv. Quando aveva 22 anni, le diedero infatti il benservito con queste parole: «Non sei tagliata per la tv ». Anche Jim Carrey sa bene cosa significhi superare tutti gli ostacoli con determinazione: alle sue prime esibizioni ricevette solo valanghe di fischi e il suo tentativo di ingresso al Saturday Night Live fu un fiasco totale. Ma tenne duro, ottenne la parte di Ace Ventura e sbaragliò tutta la concorrenza dimostrandosi uno dei migliori attori comici, e non solo, in circolazione.

Lunga, poi, la lista delle attrici stroncate agli esordi per il loro aspetto fisico. Per esempio Kate Winslet , quando aveva 14 anni, si sentì dire da un insegnante di recitazione: «Potrai fare bene solo se ti accontenterai dei ruoli da ragazza grassa» . Lei però non si è «mai arresa» . E dove è arrivata (Oscar compreso) lo sappiamo tutti. Simile la parabola di Winona Ryder , che agli inizi fu scartata dal direttore di un casting con parole impietose (e per niente lungimiranti): «Senti, bambina, non puoi fare l’attrice. Non sei abbastanza carina . Torna da dove sei venuta». Gisele Bündchen invece, all’inizio della carriera, veniva criticata per il suo naso. Gli agenti le dicevano che con «quel naso grosso» non avrebbe mai sfondato . Sbagliato. La brasiliana è diventata una delle top più richieste e anche oggi che si è ritirata dalle passerelle resta secondo Forbes tra le modelle più pagate del pianeta.

Il mondo della musica è capace di altrettanta crudeltà. Lo sa bene Ed Sheeran . Agli inizi tutte le case discografiche gli dicevano che le sue canzoni non avrebbero mai venduto: «Il fatto che fossi rosso di capelli e un po’ cicciottello non li avrebbe aiutati a promuovermi », ricorda ora il cantautore, con il sorriso, dall’alto del suo incredibile successo. Tiziano Ferro , invece, a 17 anni fu scartato alle selezioni dell’Accademia della Canzone di Sanremo e poi fu rimbalzato da diverse case discografiche senza riuscire ad ottenere un contratto. Furono Mara Maionchi e Alberto Salerno a convincere la Emi a fare un tentativo e a pubblicare il suo primo singolo, Xdono . Da allora l’ascesa di Tiziano Ferro non si è più fermata.

Anche la regina del pop, Lady Gaga , sa cosa significa ricevere una porta in faccia. Quando firmò il suo primo contratto con la Def Jam, la scaricarono dopo nemmeno tre mesi definendo le sue canzoni «disgustose e invendibili» . Lei, certa del suo talento, rispose: «Io sono Lady Gaga, e queste canzoni sono il futuro». Inutile dire chi avesse ragione. Beyoncé , oggi tra le donne artiste più ricche del mondo con un patrimonio di 350 milioni di dollari, nel 1993, quando era nelle Girl’s Tyme, poi diventate Destiny’s Child, fu scartata dal talent Star Search . Madonna , invece, fu scartata ai casting di Saranno Famosi , il telefilm anni ’80 che vide al suo posto Janet Jackson. E forse fu un bene, perché Miss Ciccone smise di investire sulla tv per concentrarsi sulla musica, dove è ancora oggi un’icona indiscussa.

LEGGI ANCHE Da Leonardo DiCaprio a Jodie Foster: gli attori famosi già da bambini

LEGGI ANCHE Le star di Hollywood che non sapevi fossero parenti

LEGGI ANCHE Così le star vincono la noia (e l’ansia) da quarantenahttps://www.vanityfair.it/people/mondo/2020/04/13/star-a-cui-avevano-detto-lascia-perdere-non-sarai-nessuno-foto-gossip