Niksen, la filosofia danese del dolce far niente

Stare a casa potrebbe essere una fortuna: per sviluppare la creatività, per rallentare i ritmi e allontanare lo stress, per godere della sensazione di protezione che l’ambiente domestico ci trasmette. Ecco come praticare il NiksenCosa fare per vivere Niksen Stimolare la creatività Cosa fare per vivere Niksen Cosa fare per vivere Niksen Cosa fare per vivere Niksen Cosa fare per vivere Niksen Qualcuno in questi giorni si starà sentendo in colpa. Per molti, abituati a non fermarsi mai, #iorestoacasa potrebbe suscitare una sensazione di non fare abbastanza, di essere inconcludenti. È solo questione di allenare la mente, di invertire la tendenza, e se per una volta state semplicemente facendo il giusto, senza superarvi o portare al massimo livello lo stress e la stanchezza, non è un male.

Una volta c’era l’«Hygge», il concetto danese che ha trasformato lo stare in casa e gli ambienti cozy nel «nuovo uscire». Poi c’è stato il «Lagom», la filosofia svedese di avvicinarsi alla vita con una mentalità “tutto con moderazione”. Ora c’è un’altra tendenza, sempre in arrivo dal Nord Europa, efficace per combattere le nostre vite sempre più impegnate e spesso stressanti: «Niksen» . Il concetto olandese è semplice, esattamente come non fare nulla.

In realtà, in questo periodo tutti dobbiamo cambiare le nostre abitudini. È l’occasione per impiegare il proprio tempo con ritmi slow, magari facendo qualcosa per il gusto di farlo, senza ossessionarsi da uno scopo o da un obiettivo.

Mentre la consapevolezza riguarda l’essere presenti nel momento, Niksen ha più a che fare con il ritagliarsi il tempo semplicemente per “essere”, lasciando vagare la mente piuttosto che concentrandosi sui dettagli di un’azione. «Un aspetto dell’arte di vivere è quello di scoprire quali sono i modi per rilassarsi che più si adattano a noi», ha spiegato al Time   Ruut Veenhoven, professore di Sociologia all’Università di Rotterdam. «Non esiste necessariamente un approccio unico per tutti, piuttosto, scoprirete quali comportamenti sono più efficaci per voi anche procedendo per tentativi».

È TEMPO DI RECUPERARE DALLO STRESS

Approfittiamone, perché lavorare da casa può essere una fortuna . Casa significa stare in un ambiente confortevole, in cui ci si sente protetti, tutti fattori che hanno effetti benefici per la testa e il cuore. Rallentare i ritmi aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Stare a casa è un’occasione, anche per i più frenetici, che pensano di non impiegare il proprio tempo in modo abbastanza utile.

A CASA SI È PIÙ CREATIVI

«Un altro vantaggio del Niksen è che può aiutare le persone a trovare nuove idee», aggiunge il professor secondo Veenhoven, che è anche direttore del World Database of Happiness, un archivio di ricerche relative al vivere bene. «Anche quando non facciamo nulla, il nostro cervello elabora le informazioni e può utilizzare questa potenza di elaborazione disponibile per risolvere i problemi in sospeso», processo che a sua volta può aumentare la creatività. Questo potrebbe manifestarsi con l’avere una soluzione rivoluzionaria a un problema, o una grande idea imprenditoriale mentre si sogna ad occhi aperti.

Del resto, come sostiene l’articolo Elogio degli introversi pubblicato da Internazionale , presentazioni power point e meeting continui non sono per forza la fucina della creatività. Le idee migliori, spesso, non si nutrono di una socialità costante, ma nascono nella tranquillità della mente dei più introversi.

«Abbiate il coraggio di essere inattivi . Si tratta solo di consentire alla vita di seguire il suo corso e di liberarci dagli obblighi solo per un momento», dice Eve Ekman, direttrice del Greater Good Science Center dell’Università della California. «Dobbiamo allenare le nostre menti a vagare in modo immaginativo e creativo». Esiste una correlazione tra rilassamento, felicità e produttività.

Nella gallery i modi per vivere Niksen.

 

LEGGI ANCHE Le 10 regole di salute e benessere se lavori da casa

LEGGI ANCHE Perché fare ordine e pulizie in casa ci fa stare meglio

 https://www.vanityfair.it/benessere/what-women-want/2020/03/13/quarantena-noia-inattivita-niksen-filosofia-danese-dolce-far-niente