Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio

Sul crossover compatto, così come su un veicolo spaziale, ogni elemento è pensato con la stessa filosofia: offrire il massimo controllo con il minimo sforzo. Tutte le caratteristiche del nuovo modello della casa giapponeseNuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Nuovo Nissan Juke, il crossover venuto dallo Spazio Cosa hanno in comune Nuovo Nissan Juke , seconda generazione della vettura che nove anni fa inventò il segmento dei crossover compatti , e un veicolo spaziale ? Molto più di quanto si possa immaginare. Specialmente se a incarnare quell’evoluzione della tecnologia automobilistica e aerospaziale è una versione che rappresenta al contempo fedeltà ed evoluzione di un modello che solo in Europa ha venduto più di un milione di esemplari dal 2010.

Sicurezza, controllo e piacere di guida: una sintesi racchiusa dalla filosofia Nissan Intelligent Mobility e che da poco l’azienda giapponese ha spinto oltre, proponendo un parallelo con gli ambienti spaziali . Il senso è questo: nati entrambi come mezzi e veicoli, macchine e navicelle si sono appunto trasformate in ambienti in cui si può e si deve fare molto altro e nei quali si integra come non mai il rapporto fra uomo e macchina . Senza contare che il nuovo Juke è il modello Nissan più connesso di sempre. Non è un caso che per quest’auto spaziale sia stato coinvolto Umberto Guidoni , astronauta e primo europeo a bordo della Stazione spaziale internazionale.

«Da sempre l’obiettivo dei ricercatori è trovare nuove soluzioni per migliorare le potenzialità, la sicurezza e il comfort di piloti e passeggeri – spiegano da Nissan proseguendo in questo fascinoso parallelo – nel tempo è cambiato il rapporto uomo-macchina , grazie a meccanica ed elettronica sempre più sofisticate e capaci di ampliare le capacità umane. I sistemi di monitoraggio, controllo e intervento presenti a bordo sono in grado di agire automaticamente in modo più rapido ed efficace di quanto farebbe il pilota più esperto».

Su una vettura, così come su un veicolo spaziale, ogni elemento è pensato con la stessa filosofia : offrire il massimo controllo con il minimo sforzo. Tutto è funzionale non solo all’ordinario ma anche allo straordinario , cioè a interagire con le insidie del mondo circostante e garantire la massima sicurezza . Nulla esclude l’uomo, al contrario lo pone al centro, colmandone i limiti e arricchendone un’esperienza. Nissan Intelligent Mobility è questo e trova sul nuovo Juke la massima espressione.

Non solo il crossover riprogettato, ed equipaggiato con i più avanzati sistemi di assistenza alla guida, trovano spazio il nuovo sistema di infotainment NissanConnect (con integrazione Apple CarPlay e Android Auto) e la tecnologia ProPilot , in grado di assistere il guidatore in fase di accelerazione, sterzata e frenata. C’è altro: in particolare un pacchetto completo di tecnologie di sicurezza che include sistema di frenata d’emergenza intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti , rilevamento della segnaletica stradale, sistema intelligente di mantenimento della corsia, sistema intelligente di rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento e sistema intelligente di avviso e intervento angolo cieco . Quest’ultima dotazione, che segnala la presenza di ostacoli negli angoli ciechi e se necessario riporta la vettura in carreggiata, con nuovo Nissan Juke esordisce nel segmento.

E se, come abbiamo visto, l’infotainment permette di replicare le app dello smartphone sul touchscreen da 8 pollici (senza dimenticare l’In-car WiFi hot-spot e il riconoscimento vocale), si può anche accedere al TomTom Maps & Live Traffic. L’applicazione NissanConnect Services permette invece, sempre tramite il telefono, una serie di azioni da remoto : puoi aprire e chiudere le portiere, azionare il clacson e attivare le luci, oltre a localizzare l’auto. Inoltre è possibile sapere se la vettura è utilizzata oltre un perimetro , un orario o una velocità prestabiliti. Una funzione essenziale per i genitori che danno la vettura in uso ai propri figli.

Infine quest’auto spaziale supporta Google Assistant : con il controllo vocale si possono gestire alcune funzioni tra cui l’accensione dei fari, l’invio della destinazione al navigatore di bordo, l’identificazione della posizione della propria vettura, sapere quanti chilometri sono stati percorsi e se la vettura risulta chiusa correttamente.

LEGGI ANCHE Nuovo Nissan Juke, cambiare (e migliorare) restando se stessi

LEGGI ANCHE Nissan, un weekend a Venezia (con Vanity Fair)https://www.vanityfair.it/lifestyle/motori/2020/02/13/nuovo-nissan-juke-il-crossover-venuto-dallo-spazio