Nylon, i motivi per cui lo adoriamo

Quando, il 15 maggio 1940, le calze in nylon sono apparse sul mercato, nel guardaroba delle donne niente è stato più come prima. Non solo collant però: dagli accessori all’underwear, ecco perché oggi il nylon è onnipresente nei nostri outfitCalzedonia K-Way Prada Casadei Calvin Klein Freddy Adidas Ganni Fendi Aspesi Gucci Burberry Versace Isabel Marant Cos Dolce&Gabbana Lacoste Off-White Bershka Bamboogie Uniqlo Marc Jacobs Diesel Stradivarius Puma Patrizia Pepe Red Valentino Moschino Silvian Heach Tory Burch Sappiamo con certezza che il 15 maggio di 80 anni fa l’oggetto del desiderio di tutte le donne del mondo aveva la forma di un paio di calze. In nylon, naturalmente:  brevettata nel 1937 dall’azienda americana DuPont, resistente come l’acciaio ma delicato allo stesso tempo, è la fibra sintetica,  destinata a rivoluzionare l’industria tessile e la storia del costume del Ventesimo secolo.

Tanto che proprio il 15 maggio, quando per la prima volta le calze in questo materiale sono state commercializzate, si festeggia la Giornata delle calze in nylon (National Nylon Stocking Day ) . Prima in seta, costose e fragili (durante gli anni della guerra le ragazze se le dipingevano sulle gambe disegnando una linea nera dalla caviglia in su), le calze diventano d’un tratto economiche e resistenti , tanto che ogni giorno se ne acquistavano fino a 4 milioni di paia.

Le calze fake che le donne si disegnavano negli anni 40. Foto Getty

Dalle calze alla conquista dell’intero armadio: negli anni 50 anche bustini e lingerie  cominciano a essere realizzati in nylon, nei 60 l’invenzione del collant va di pari passo a quella della minigonna . Il nylon diventa anche spandex, ultra elasticizzato, e irrompe nell’abbigliamento sportivo nella versione più hi-tech . Nel 1961, in Francia nasce l’impermeabile in nylon per eccellenza, il K-Way mentre negli anni 80 Miuccia Prada intreccia la sua griffe con questo tessuto tecnico, e tutto il resto è storia.

Alla designer il merito di averlo elevato a texture di lusso, dandogli una nuovo veste e un nuovo significato. Prima con uno zainetto, smart & minimal , quintessenza dello spirito milanese, poi attraverso borse e marsupi, finché il nylon è diventato sempre più protagonista in passerella. Tanto che, proprio in questa stagione l’accessorio mai più senza di ogni it girl è proprio la re-edition della mini bag vintage in nylon di Prada degli anni 2000,  oggetto cult già avvistato al braccio di Dua Lipa, Kaia Gerber, Bella Hadid, Kylie e Kendall Jenner.

Insomma, il nylon, allo stesso tempo democratico e chic, vola sempre più alto, ed ecco cinque motivi per cui non finiremo mai di amarlo.

1. È PERFETTO H24

Leggerissimo, pratico, trasformabile all’occorrenza, multitasking doc, è possibile declinare il nylon in mille versioni adatte a ogni momento della giornata, che sia un solo accessorio o un intero outfit: dalla palestra all’ufficio, dall’aperitivo all’evento mondano, perfetto fuori e dentro casa, Chiara Ferragni docet. Il comune denominatore? Con lui addosso si è sempre cool.

2. È GENDERLESS

Dai completi sartoriali a quelli sporty , il nylon conquista in questa stagione le passerelle della Moda Uomo. E gli outfit sono talmente belli da essere assolutamente interscambiabili. Andate, dunque, a frugare nel guardaroba di lui. Magari non ci troverete nascosta una borsa Prada, ma un capo in nylon da prendere in prestito crediamo proprio di sì.

Off-White Collezione Uomo Primavera/Estate 2020. Foto Gorunway.

3. HA UN DNA SEXY

Solo qualche stagione fa li avremmo guardati con orrore. Eppure, nella moda tutto torna. E tornano anche i collant velati, in nylon naturalmente, da dieci, massimo venti denari riproposti in total look in passerella da Mugler. Del resto che questa fibra sintetica abbia un lato spiccatamente sexy lo ha sempre dimostrato il grande schermo dove la calza è protagonista di iconiche scene hot: da quella di Mrs. Robinson ne Il laureato alla combo con tuta spaziale di Barbarella fino alla Marilyn in pullover e collant di Facciamo l’amore .

Mugler Primavera/Estate 2020.Foto Gorunway

4. RESISTE A URTI E INTEMPERIE

Se è stato utilizzato per fini bellici, qualche motivo ci sarà. Impermeabile, indistruttibile, indeformabile, elastico, non soggetto a usura. Last but not least,  è ingualcibile, ovvero non lo devi mai stirare. MAI. Come non esserne innamorate? Un nylon è per sempre.

5. SA SEMPRE REINVENTARSI

Al nylon viene davvero facile adattarsi ai tempi. E così nel Terzo millennio, in un periodo storico in cui la moda è particolarmente sensibile alla causa ambientale, il nylon si trasforma in Econyl , nylon rigenerato, che offre un enorme vantaggio in termini di sostenibilità. Perché reti da pesca usate e altri rifiuti di plastica recuperati negli oceani, scarti di fibre tessili e vecchi tappeti rigenerati diventano fili di nylon. L’immancabile Prada ha già realizzato una nuova linea di borse, la Re-Nylon , e si pone l’obiettivo di trasformare in nylon Econyl tutti i suoi capi e accessori entro la fine del 2021.

Lunga vita al nylon, allora: nella gallery non solo collant, ma anche capi, lingerie e accessori nella fibra magica che piace a tutte.  Di lui, lo abbiamo capito, non ce n’è mai abbastanza.

LEGGI ANCHE Come vestirsi quest’estate? L’ispirazione arriva dal passato

LEGGI ANCHE 10 tendenze degli anni Duemila che tutte indossavamo (e che torneranno di moda?)

LEGGI ANCHE 0:00 / 0:20 Swinging London 2.0: i capi Sixties che indosseremmo ancora oghttps://www.vanityfair.it/fashion/trend-fashion/2020/05/14/nylon-motivi-per-cui-adoriamo-fibra-che-ha-cambiato-il-mondo-moda-collant