One Billion Rising, le donne in piazza contro la violenza per San Valentino

Saranno un miliardo nel mondo le voci contro la violenza su donne e bambini. 50 le piazze in Italia coinvolte con performance di artiste e attivisteAngela Stefani Marisa Sartori Maria Sestina Arcuri Ghizlan El Hadraoui Claudia Bortolozzo Norina Matuozzo Alessandra Immacolata Musarra Fortuna Bellisario Rosalia La Gumina Roberta Priore Romina Meloni Loredana Calì Romina Iannicelli Elvira Bruno Alice Bredice Erika Cavalli Carmen Vernica Damia El Assali Mileidy Verdial Canales Marianna Sandonà Elisa Ciotti Maria Corazza Roberta Perillo Deborah Ballesio Hui «Stefania» Zhou Maria Cegolea Cinzia Fusi Elisa Pomarelli Adriana Signorelli Atika Gharib Eleonora Perraro Charlotte Akassi Yapi Fatima Kaddouri Cristina Maioli Zinaida Solonari Mihaela Roua Teresa Santolupo, Valentina e Miriana Curcelli Giulia Lazzari Niente cioccolatini, niente fiori. Non sono questi a fare la festa di San Valentino . È la voce delle donne. Come da 7 anni a questa parte il giorno della festa degli innamorati è l’occasione per una chiamata all’azione della società civile da parte di One Billion Rising . Nel mondo saranno un miliardo le voci contro la violenza di donne e bambini e 50 le piazze in Italia coinvolte con performance di artiste e attiviste.

L’ultimo report diffuso dalla Polizia di Stato Questo non è amore , con i dati aggiornati al 2019, parla di 88 vittime ogni giorno: una donna ogni 15 minuti subisce una violenza.Già 13 i femminicidi nel 2020.

L’evento del 14 febbraio, in alcune città è il 15 o il 16, unisce narrazione, danza e movimento con la danza collettiva Break the Chain , flash mob che rappresenta nel mondo un messaggio universale contro la violenza maschile sulle donne. Attiviste e attivisti, attrici e attori mettono in scena letture nelle vie, nelle piazze, nei luoghi di passaggio e di incontro di tutte le città, puntando l’attenzione sulla necessità che le donne vengano credute quando trovano il coraggio di denunciare.

Il racconto è fondamentale per non far cadere il silenzio sulla violenza contro le donne. Il monologo di Rula Jebreal a Sanremo ne è prova . Serviranno anche a ricordare la funzione vitale che i Centri Antiviolenza svolgono nonostante i fondi economici stanziati non siano garantiti né sufficienti.

L’appuntamento, a livello mondiale , coinvolge oltre un miliardo di persone, dagli USA alle Filippine, dalla Cina alla Russia e alla Nuova Zelanda. Ideata nel 2013 da Eve Ensler , autrice de I monologhi della vagina , l’iniziativa vuole sensibilizzare contro il fenomeno della violenza sulle donne a livello mondiale: secondo le Nazioni Unite una donna su tre nel pianeta, durante la vita, subisce violenza e abusi. L’appuntamento di Roma si svolgerà sabato 15 febbraio alle 15, in Piazza San Silvestro.

LEGGI ANCHE India, bambina di 5 anni stuprata in un’ambasciata Usa

LEGGI ANCHE Violenza sulle donne: «Per il 24% degli italiani è colpa delle donne»

LEGGI ANCHE Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

LEGGI ANCHE Tutto su Rula Jebreal, e sua madre

LEGGI ANCHE Sarah Abitbol pattinatrice francese: «Violentata a 15 anni dal coach»https://www.vanityfair.it/news/cronache/2020/02/14/one-billion-rising-le-donne-piazza-contro-la-violenza-per-san-valentino