Scimmia, perché è il momento giusto per indossarla

Nell’arte è simbolo di trasformazione, nel pensiero orientale sinonimo di saggezza e portafortuna. Se per il calendario cinese è l’anno del Topo, per la moda è quello della scimmiaBottega Veneta Arena Erdem Hermès Rianna + Nina Bape x Coach Kiki McDounagh Burberry Saloni Kipling Dsquared2 Givenchy H&M Valentino Bibi Van Der Veden Jimmy Lion MC2 Saint Barth DoDo Atlein Ruifier Pandora F.R.S. For Restless Sleepers Da Londra a Parigi, passando per Milano: alle sfilate Primavera/Estate 2020 presentate lo scorso autunno era già evidente che la scimmia sarebbe stata l’animale couture che avrebbe imperversato nel 2020, non ce ne voglia il topo (per l’oroscopo cinese siamo nell’anno del piccolo roditore ). Oltre ai classici animali della giungla come leopardo e zebra, la scimmia è stata avvistata in tutte le capitali europee. Sulle passerelle milanesi, nei toni del nero e blu elettrico la monkey silhouette ha fatto capolino da Bottega Veneta, protagonista dell’unica print della collezione.

Bottega Veneta Primavera/Estate 2020. Foto Gorunway

Prima di Milano, a Londra Riccardo Tisci, per la sua ultima sfilata con Burberry, ha disseminato scimmiette qua e là, stampate sulla camicia indossata da Gigi Hadid o ricoperte da pizzo nero su morbidi vestiti al ginocchio. Lo stesso designer ha riferito che i disegni a cui si è ispirato sono illustrazioni antiche.

Burberry Primavera/Estate 2020. Foto Gorunway

Ultimo avvistamento a Parigi dove l’animaletto della giungla, oltre ad apparire penzoloni sulle canotte della maison Atlein come fossero alberi, ha conquistato Pierpaolo Piccioli. Per Valentino il direttore artistico ha proposto in passerella prima una scimmia danzante come gioiello su capi bianchissimi, che poi è diventata protagonista delle camicie a stampa tropical e degli applauditissimi abiti lunghi e fluttuanti, la cui grafica ricorda alcuni dipinti di Henri Rousseau.

Valentino Primavera/Estate 2020. Foto Gorunway

Che griffe di lusso così importanti in tre città diverse abbiano introdotto nelle loro collezioni Primavera/Estate le scimmie, forse, potrebbe essere una coincidenza. Ma è chiaro che il simpatico primate sta conquistando sempre più le vette del fashion system , oltre che le cime degli alberi delle foreste. Che la scimmia fosse legata a filo doppio con la moda, del resto, lo sappiamo da anni. Già Vogue America nel 1965 pubblicava un servizio fotografico a firma del regista e sceneggiatore Gordon Parks con Marisa Berenson in outfit rosa pastello, vistoso collier e con, sulla spalla, una scimmietta. Un’immagine 100% chic e di certo non banale.

Marisa Berenson su Vogue America del 1965. Foto Gordon Parks

Insomma, dare al guardaroba un tocco scimmiesco tra capi e accessori è cosa glamour e giusta, oggi come allora. Senza contare, poi, che la scimmia è da sempre un animale portafortuna , ricco di significati simbolici quali trasformazione, rinascita, saggezza, curiosità. E, oggi come non mai, in piena pandemia, la moda si fa promotrice di un bisogno sociale comune. Abbiamo bisogno di tutto questo, di ricominciare con intelligenza e certamente, in questo momento difficile, di attirare su di noi la buona sorte. Ed è per questo che la scimmia è una figura à la page, perfetta per il 2020.

Nella gallery capi, bijoux e accessori monkey style, oltre alle ispirazioni dalle sfilate. «La scimmia nuda balla» cantava Francesco Gabbani qualche anno fa, e noi, adesso, la indossiamo!

LEGGI ANCHE Un gioiello portafortuna, alla Meghan Markle

LEGGI ANCHE Janice di «Friends», la trend setter che non ti aspettavi

LEGGI ANCHE Estate italiana: più di 70 brand da scoprire (e supportare)https://www.vanityfair.it/fashion/trend-fashion/2020/06/14/scimmia-tendenza-moda-estate-portafortuna-abiti-accessori