Stanchezza da Covid: cos’è e perché potresti soffrirne anche tu

Stanchezza e apatia nei confronti delle regole imposte dall’emergenza sanitaria? Secondo l’Oms si tratterebbe di un problema largamente diffuso tra le persone. Ecco quali sono i sintomi e cosa è bene fare per continuare a fronteggiare la pandemiaDopo mesi di sacrifici, incertezze e limitazioni, il Coronavirus  torna a presentare il conto di una situazione sempre più difficile da gestire. “Sfinimento da Covid” , così l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito uno stato d’animo oggi largamente diffuso tra le persone.

A riferirlo è Hans Kluge , responsabile Europa dell’Oms che ha di recente sottolineato come l’impatto emotivo del Covid oggi assuma (anche) la forma di uno stato di apatia diffusa , una sorta di stanchezza generalizzata verso tutte quelle regole che, seppur necessarie per il contenimento della malattia, rendono la nostra vita di tutti i giorni decisamente meno piacevole.

Quella che oggi avvertiamo come stanchezza o insofferenza a rispettare le limitazioni imposte, sarebbe in realtà una risposta del tutto naturale alla situazione di emergenza straordinaria vissuta nel mondo, una situazione che ha avuto un impatto senza precedenti nella vita di ciascuno di noi. Se quindi all’inizio della pandemia abbiamo attinto tutti a una sorta di istinto di sopravvivenza che rendeva più facile accettare le restrizioni imposte dal governo, oggi, dopo quasi 8 mesi e a fronte di molti sacrifici, quella risorsa sembra essersi indebolita, cedendo il passo alla demotivazione e all’apatia.

Stanchezza da Covid: quali sono le cause

Dai sondaggi effettuati nei diversi stati, questa “stanchezza per la pandemia”, benché sia stata misurata in modi diversi e abbia registrato livelli variabili da paese a paese, riguarderebbe in alcune nazioni quasi il 60 % della popolazione .

Le cause ? Molto probabilmente sarebbero da rintracciare in un diverso modo di percepire oggi l’emergenza : se da un lato infatti la minaccia del virus sembrerebbe essere meno sentita rispetto alla fase del lockdown, dall’altro si avvertirebbe maggiormente il peso di tutte le perdite, economiche ma anche sociali e personali, generate dalla pandemia.

Stanchezza da Covid: gli effetti da arginare

Qualunque sia la causa che ha portato molte persone a vivere con stanchezza la situazione attuale – tra obbligo di mascherine e distanziamento sociale – quello che è certo  è che si tratta di un fenomeno da arginare .

Tra i sintomi più pericolosi, ci sarebbe infatti l’abbassamento della soglia di attenzione , in un momento in cui ad essere determinanti sono proprio i comportamenti individuali.

Per fronteggiare questo problema l’Oms ha redatto un documento in cui vengono indicate ai governi delle possibili strategie d’azione che vanno dal coinvolgimento delle comunità , in modo particolare delle categorie più fragili come quelle degli studenti e degli anziani, nella ricerca di una soluzione, al sostegno di iniziative creative in grado di soddisfare, nel rispetto dei protocolli  di sicurezza, le esigenze delle persone, duramente provate dalla pandemia.

Non mancano, in tal senso, esempi virtuosi: in una città danese  sono stati direttamente coinvolti gli studenti perché proponessero dei protocolli in grado di preservare la loro esperienza scolastica proteggendo allo stesso tempo la comunità, mentre in Germania il governo ha consultato diversi esperti, tra psicologi del comportamento e filosofi, per cercare di capire quanti e quali divieti la popolazione sarebbe stata disposta ad accettare.

LEGGI ANCHE Il resto della salute è in lista d’attesa

LEGGI ANCHE Covid-19: perché spesso i medici continuano a seguire chi è guaritohttps://www.vanityfair.it/benessere/salute-e-prevenzione/2020/10/13/stanchezza-da-covid-cause-sintomi-perche-potresti-soffrirne-anche-tu