Svezia: apre l’Arctic Bath, l’hotel galleggiante per vedere l’aurora boreale dal letto

Ammirare l’aurora boreale dalla propria cabina galleggiante, con un bel piumone e il fuoco acceso. Su un fiume della Lapponia apre un hotel contemporaneo con tutti i comfort di un albergo di lussoArctic Bath Hotel Arctic Bath Hotel Arctic Bath Hotel Avete sempre sognato di vedere l’aurora boreale, ma soffrite il freddo e l’idea di stare fermi in un bosco ad aspettare che compaia non vi convince? A febbraio apre l’Arctic Bath , 6 cabine galleggianti con accesso privato tramite ponti pedonali e 6 cabine nascoste sulla riva del fiume Lule , nella Lapponia Svedese.

A metà tra un paesaggio da fiaba e una struttura moderna minimalista, a poco più di un’ora di auto dall’aeroporto di Lule si trova uno degli hotel più contemporanei e sorprendenti. L’hotel, di forma circolare sembra un grande nido nel mezzo del fiume e si raggiunge solo con un ponte di legno. Ha 12 camere e gli spazi comuni, il ristorante, la lounge room, la psa con le ale per i trattamenti e la sauna – che ovviamente non poteva mancare – si dispongono attorno al cuore dell’hotel, una piscina all’aperto a per tuffarsi dopo la sauna (o per romantiche nuotate in estate).

VEDERE L’AURORA BOREALE DAL LETTO

Quello che rende davvero magico questo hotel è la possibilità di vedere le luci dell’aurora boreale comodamente dalla propria camera . Invece di vestirvi a strati e aspettare al freddo con bevande calde e tappetino, potrete aspettare l’arrivo dell’aurora boreale sdraiati sul letto di fronte  alla grande finestra, magari con la stufa accesa in una notte davvero romantica. L’hotel, oltre alle sei cabine galleggianti, dispone di altre 6 suite con una grande parete di vetro che offre una vista perfetta del cielo del nord.

LEGGI ANCHE In Patagonia c’è un luxury hotel dove fare birdwatching dal proprio letto

QUANDO ANDARE

Ma quando è il periodo migliore per ammirare l’aurora boreale? Sicuramente tra febbraio e marzo , durante la lunga notte polare, quando le luci brillano nel buio più intenso. Dopo aver trascorso una giornata in slitta o dopo aver esplorato in bosco con le ciaspole o gli sci, ci si può dedicare una sera in technicolor dalla propria stanza. L’orario migliore va dalle 18.00 all’1.00, ma avrete più possibilità di vederla tra le 22.00 e le 23.00.

L’hotel sarà aperto per tutto l’anno, così nei mesi estivi galleggerà sul fiume, mentre d’inverno resterà sospeso sulla superficie ghiacciata. Le prenotazioni sono già aperte: sarà possibile alloggiare all’Arctic Bath a partire da febbraio 2020 . I prezzi sono a partire da 600 euro a notte. L’hotel offre anche un soggiorno di tre giorni a partire da 2350 euro a persona con sistemazione in cabina galleggiante all inclusive con colazione, cena di cinque portate, caccia guidata all’aurora boreale, trasferimenti e accesso al centro benessere.

LEGGI ANCHE A Capo Nord, dove si sente la lucehttps://www.vanityfair.it/viaggi-traveller/notizie-viaggio/2019/10/22/svezia-apre-larctic-bath-lhotel-galleggiante-per-vedere-laurora-boreale-dal-letto