Vacanze d’estate: la ricerca di case e ville in affitto (possibilmente con piscina)

Questa treehouse circondata dalla lavanda non è in Provenza, ma in Italia. Vicine, defilate e a prova di distanziamento: trasferire le «quattro mura» altrove, nell’estate per pochi intimi in arrivo, è il sogno collettivo. Magari con piscinaVacanze d’estate: case e ville in affitto (possibilmente con piscina) Vacanze d’estate: case e ville in affitto (possibilmente con piscina) Vacanze d’estate: case e ville in affitto (possibilmente con piscina) Vacanze d’estate: case e ville in affitto (possibilmente con piscina) Vacanze d’estate: case e ville in affitto (possibilmente con piscina) Questo articolo è tratto dal numero 18/19 di Vanity Fair in edicola dal 6 maggio.

Sarà un’estate diversa da tutte le altre, questo è certo. Ed è altamente probabile che la passeremo a casa. Ma, speriamo, potrebbe essere un’altra casa, quella piena di sole e libertà delle vacanze. «Una componente di preoccupazione dato il momento è inevitabile, ma di certo vivremo questa estate come mai in futuro, in modo irripetibile: tutti italiani, pochissimi stranieri, una situazione mai vista prima », dice Clemente Pignatti Morano , il Managing Partner di Italy Sotheby’s International Realty , il cui portfolio di dimore fa sognare, e a sorpresa offre case in affitto dai costi non riservati solo a Bill Gates o alle star di Hollywood. «Dopo un iniziale crollo della domanda, a ridosso della Pasqua abbiamo visto una crescita nella richiesta di case, almeno il 30-40%, totalmente italiana . Questo ha portato a rivedere anche alcuni prezzi, circa il 30 per cento in meno». Il centro della scena a quanto pare sarà la costa da Portofino alla Toscana, con la Maremma e l’Argentario al top, baciati dalla fortuna geografica. Le isole? «La domanda sulla Sardegna c’è, per arrivarci si stanno cercando dei modi, qualcuno immagina di affittare una barca».

E la casa che tutti vorremo quest’estate, secondo il prestigioso ramo Retreats di Sotheby’s, risponde a questo identikit: «Distante dalle altre, nel verde, con una piscina, una vista stupenda, possibilmente sul mare ». Ovviamente igienizzata e sanificata e con wi-fi a prova di nerd. E chi può si porta non solo la eventuale tata o le persone di fiducia, ma anche i giochi per bambini e altri oggetti, che saranno caricati in macchina da casa come nelle foto degli anni Cinquanta. «In passato c’era l’idea di vacanze allargate, ora più coppie, famiglie, piccoli gruppi di amici intimi, l’obiettivo per tutti è conquistare la serenità».

BISOGNO D’ARIA (MA PRIVATA)

«Dalle nostre indagini, sono il 70% gli italiani che quest’estate andranno in vacanza, almeno per qualche giorno», dice Giorgio Caire di Lauzet , fondatore di Dream&Charme, network di 500 proprietà certificate. «E di questi, il 40% si orienterà sull’affitto di una casa». Dopo l’iniziale shock le prenotazioni sono ripartite, ma sono cambiate le esigenze. «Si sono allungati i periodi, da 1-2 settimane fino a 1-3 mesi, già da luglio».

Self check-in anche per Vrbo , il sito di case vacanza per famiglie: «C’è una rinnovata esigenza di privacy e sicurezza, condividendo il meno possibile gli ambienti con estranei», dice Elisabetta Luise , responsabile comunicazione Vrbo per l’Italia. «Poi spazi esterni, terrazze e pati, ovviamente anche la piscina, l’oggetto del desiderio di quest’ann o, ma anche la cancellazione gratuita della prenotazione, per la quale ci siamo mossi segnalandola con un badge nell’annuncio delle case che la offrono».

UN PAESE TUTTO PER NOI

Altro timore è di chiudersi in una nuova prigione, anche se dorata. Non sarà così, assicura Caire di Lauzet, che per Dream&Charme ha preparato una serie di esperienze intitolate «Riusciamo» , indipendentemente dalla stagione. Per esempio un fine settimana per due in Monferrato in una casetta di cristallo, con idromassaggio fumante all’aperto, e sedute di mindfulness in terrazza .

Anche in casa Airbnb si punta su intimità, sanificazione e rimborsi garantiti: «Sarà una stagione insolita, una sorta di riscoperta contemporanea del passato, quando le estati erano italiane», dice Giacomo Trovato, Country Manager Airbnb per l’Italia , «case indipendenti con piscina o accesso diretto al mare, o immerse nella natura. E per venire incontro alla comprensibile paura di programmare una vacanza in un clima di incertezza, a oggi oltre il 70% degli host offre un rimborso completo in caso di cancellazione anche all’ultimo minuto, stiamo incoraggiando gli altri a seguire l’esempio».

A dire il vero, americani e inglesi tornerebbero subito in Italia, perché l’adorano, e per sostenerla in questo momento difficile. Lo racconta Rossella Beaugié , che con il marito Huw ha fondato The Thinking Traveller , agenzia che gestisce in esclusiva 200 ville, di cui 130 tra Sicilia e Puglia. I Beaugié collaborano con i proprietari per rendere le ville accoglienti e sanificate come si deve. «Quest’anno puntiamo sull’Italia. Non solo in tenute fantasmagoriche come Don Arcangelo all’Olmo, a Giarre, per 24 persone, con parco, piscina e mare a due passi, ma anche in case più piccole, e ugualmente sofisticate». Anche qui non mancano dolci evasioni, come l’escursione privata sull’Etna: «Garantisco: sembrerà di essere sulla luna, per il paesaggio ma anche per la solitudine ».

DUE RAPIDI CALCOLI

Non sempre queste dimore costano cifre da capogiro come ci aspettiamo, basta fare un giro sui siti. Ma certo non manca il superlusso, come le 11 ville con piscina di Rosewood Castiglion del Bosco , in Val d’Orcia, sparse in una tenuta da 2.200 ettari con cantina di Brunello e un golf club privato dove, per intenderci, giocava Barack Obama. E spesso dividendo il costo per il numero di giorni e di persone si capisce che una casa può di- ventare accessibile. Inoltre, come fa notare Ivan Drogo Inglese , presidente di Assocastelli : «Tra le 4 mila proprietà associate, abbiamo dalla villa di un cardinale a splendide dimore nelle Marche, dove i prezzi sono molto interessanti. Per esempio, si alloggia in bellissimi conventi, monasteri, ville con parchi, per 80 euro a persona al giorno, colazione inclusa. Poi si possono aggiungere bici, auto d’epoca, quello che si vuole». Non resta che aspettare le nuove direttive del governo, per capire come e fin dove si può arrivare, confidando nel fatto che ovunque l’Italia è il Paese delle meraviglie, e se questa estate anomala davvero la passeremo a casa, che sia davvero speciale.https://www.vanityfair.it/viaggi-traveller/vacanze/2020/05/13/vacanze-destate-case-e-ville-affitto-possibilmente-con-piscina