Vacanze, la pandemia non blocca le ferie. Gli italiani vogliono partire

Nove su dieci sceglieranno l’Italia: la maggior parte andrà al mare. Poco meno della metà soggiornerà in una casa vacanzaNonostante la pandemia, gli italiani non hanno intenzione di rinunciare alle ferie, anche se sono disposti a cambiare la destinazione, in funzione della sicurezza , pur di non correre rischi sanitari. Secondo i dati di una ricerca condotta da Quorum/YouTrend per Wonderful Italy , la metà dei nostri connazionali ha già deciso di andare in ferie (e un altro 25% lo sta valutando in questi giorni). In definitiva, solo un italiano su quattro ha già stabilito di non andare in vacanza, perché non vuole o perché non può farlo.

Ben 9 su 10 scelgono l’Italia come destinazione e poco meno della metà soggiornerà in una casa vacanza, che ritiene più sicura e dove sarà più semplice mantenere il distanziamento sociale per scongiurare il contagio da coronavirus. Uno su tre andrà in albergo e solo poco meno del 7% in campeggio, e ancora meno in villaggio, il 3%.

Gli italiani partiranno preferibilmente per il mare (66%), molto meno per la montagna (22,4%) e per le città d’arte (6%). Sei su dieci trascorreranno la vacanza in famiglia, il 52% in coppia e il 23% con gli amici. Solo sette su cento ci andranno da soli. «La ricerca conferma quanto stiamo verificando nella realtà in questi giorni», spiega Michele Ridolfo, Ceo di Wonderful Italy , portale specializzato nell’offrire vacanze in abitazioni private in Sicilia, Puglia, Campania, Liguria e Piemonte. «C’è una grandissima richiesta da parte delle famiglie italiane di case in affitto per la prossima estate».

La fascia di età meno disposta a rinunciare alle vacanze è quella degli under 35 (56%) e degli over 55 (52%), mentre solo il 40% degli italiani fra i 35 e i 54 anni andrà in ferie.

LEGGI ANCHE Cinema: «Non riapriamo se rimane l’obbligo della mascherina»

 

 https://www.vanityfair.it/news/approfondimenti/2020/06/13/vacanze-pandemia-italiani-vogliono-partire-non-rinunciano-feri