Vanity Art View: le foto vintage e sensuali di Akila Berjaoui alimentano la voglia d’estate

Gli scatti di una ricercatissima fotografa di moda australiana ci portano in località balneari mozzafiato di tutto il mondo, Italia inclusa. In occasione del numero di Vanity Fair diretto da Tommaso Paradiso, e dedicato all’estate 2020, ecco una selezione di immagini che lasciano impresse nella memoria il sapore del sale e del sole sulla pelleAquarius Capri Magic Versace Edit Capri Mesh Amigos Beach Equipped Deadly Valentine Shake It Off Eclippse Faith In Strangers Shooting Stars Girls Of Adolfo Edit Flame Thrower Purple Nails La Piscine Luglio Outer Space Passing Time Song To The Sirens Mystery Of Love Je Taime Capri Edit Stolen Dance The New York Times Ci sono sabbia, sole, acqua oppure la combinazione di questi tre elementi nelle fotografie altamente sensuali di Akila Berjaoui . Una ricercatissima fotografa di moda che, armata delle sue fotocamere analogiche preferite, conduce l’osservatore in località balneari mozzafiato, dalla sua città natale di Sydney, in Australia, alle spiagge d’Italia, Francia e Brasile, per citarne solo alcune.

Nel suo primo libro, The last days of summer ha raccontato l’estate nella sua accezione più nostalgica e sensuale attraverso immagini saturate e dai toni tipici  della fine anni ’70, primi anni ’80: luoghi iconici, paesaggi incontaminati, corpi esibiti con disinvoltura, voglia di relax, di flirt, di libertà. Il tutto a trasmettere un velato romanticismo vacanziero di epoche passate.

L’abbiamo intervistata – nell’ambito della rubrica Vanity Art View dedicata ai talenti della fotografia contamporanea – in occasione dell’uscita del numero di Vanity Fair Italia diretto da Tommaso Paradiso e dedicato all’estate 2020 e al ricordo che lascerà nella nostra memoria.

Come descriverebbe il tuo stile creativo?

«Autentico. Voyeuristico».

Da dove trae ispirazione per realizzare i suoi lavori?

«Da molti grandi artisti come Claude Nori, Herbert List, Charles Traub, Peter Beard, Picasso, Brett Whitely, per citarne solo alcuni. Dalle forme femminili. Dalla musica, naturalmente. Dal sole che splende, dalla pelle scura e dall’acqua».

Cosa significa “estate” per lei? Che genere di ricordi, sentimenti e atmosfere le evoca questa stagione?

«Cicale, scottature solari, amori estivi, da un’isola all’altra, nottate, viaggi in macchina, scogliere a strapiombo sull’acqua, barche a vela, eccessi, amici e famiglia».

C’è un sogno d’estate o un desiderio speciale legato alle vacanze che non ha ancora realizzato?

«Una mia fattoria con vigneto sul Mediterraneo, dove tutti coloro che amo si ritrovino per passare insieme l’estate».

A quali progetti sta lavorando in questo momento?

«Stavo lavorando al mio secondo libro finché non è sopraggiunto il Covid-19.  Staremo a vedere».

LEGGI ANCHE «Ricordami», il nuovo numero di Vanity Vair diretto da Tommaso Paradiso celebra un’estate che non dimenticheremo

LEGGI ANCHE Vanity Fair Confidential: ecco di che cosa parla il nuovo numero di Vanity Fair con Tommaso Paradiso direttore artisticohttps://www.vanityfair.it/show/agenda/2020/08/13/vanity-art-view-le-foto-vintage-e-sensuali-di-akila-berjaoui-alimentano-la-voglia-destate