«Walk Your Tuna», Roger Vivier videogioca

Immaginato dal direttore creativo Gherardo Felloni e disegnato dall’artista coreano Kim Young Oh, il videogame per instagram della griffe ci porta tra gli scorci più celebri della Ville Lumière. In un’atmosfera pop, sofisticata e divertenteI personaggi del filtro/videogioco «Walk Your Tuna» di Roger Vivier I personaggi del filtro/videogioco «Walk Your Tuna» di Roger Vivier I personaggi del filtro/videogioco «Walk Your Tuna» di Roger Vivier I personaggi del filtro/videogioco «Walk Your Tuna» di Roger Vivier I personaggi del filtro/videogioco «Walk Your Tuna» di Roger Vivier Da quando i social media si sono imposti progressivamente nella comunicazione e nel marketing del mondo fashion, i brand si sono dovuti adattare, in maniera sempre più creativa, ai cambiamenti al loro interno: lo storytelling si è evoluto incrociandosi con le forme d’arte e intrattenimento più disparate, sino ad arrivare ai videogiochi . Questi infatti, sono tra le piattaforme per eccellenza della Generazione Z (e non solo), e permettono di dare vita a un’esperienza unica per raccontare valori ed estetica di un marchio. Dopo Burberry e Karl Lagerfeld , anche Roger Vivier ha inaugurato oggi il suo primo videogioco, ma in una modalità molto più social: con un filtro su Instagram .

Intitolato Walk Your Tuna , il gioco è stato immaginato dal direttore creativo Gherardo Felloni, prodotto dall’agenzia creativa Pink Salt e disegnato dall’illustratore coreano Kim Young Oh , riprendendo l’iconica allure, elegantemente pop, di Roger Vivier. Portando chi lo userà negli scorci più celebri di Parigi, dai gradini della Tour Eiffel alla piramide del Louvre, sino all’obelisco di Place de la Concorde. Un percorso divertente e pieno di sfide tra le vie e i monumenti della Ville Lumière, in cui scegliere tra quattro originali personaggi – il gatto Versailles, la star del cinema, il DJ e l’eccentrica nonnina – per giocare con Tuna, il celebre cagnolino da oltre 2 milioni di seguaci su Instagram ,

Ognuno degli eclettici personaggi è stato immaginato da Gherardo Felloni, ispirandosi alle presentazioni stampa – delle vere e proprie performance immersive da lui ideate per il brand – Hotel Vivier. Una volta scelto il proprio personaggio, per iniziare a giocare è sufficiente scattare un selfie per usare un primo piano come volto, per poi andare a prendere Tuna e fare una passeggiata negli angoli più famosi della città. E i comandi? Movimenti facciali , come lo sbattere le palpebre, per fare avanzare il personaggio o farlo saltare, cercando di aggirare gli ostacoli e occupandosi del proprio amico a quattro zampe. Dopo i mini fashion film con protagoniste stellari come Christina Ricci, Susan Sarandon e Catherine Deneuve , Roger Vivier mostra ancora una volta quanto sia possibile unire il DNA di un brand iconico con nuove e sperimentali forme di narrazione . Più che mai necessarie, soprattutto ora.

LEGGI ANCHE Abracashoes: il film di Roger Vivier con Christina Ricci è uno spettacolo (di magia!)

LEGGI ANCHE Choupette, la gatta di Karl Lagerfeld protagonista di un nuovo videogiocohttps://www.vanityfair.it/fashion/news-fashion/2020/07/13/roger-vivier-filtro-videogioco-instagram-walk-your-tuna-scarpe-accessori