«X Factor 13», i secondi classificati Booda: «Sogniamo il Palalottomatica»

La band composta da Federica, Martina e Alessio è arrivata (a sorpresa) seconda alla tredicesima edizione dello show di Sky Uno. Dal sogno di esibirsi al Palalottomatica alla loro (lunga) carriera nei talent, ecco che cosa ci hanno raccontatoX Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda X Factor 13: i Booda Quando Alessandro Cattelan ha annunciato che sarebbero stati loro a scontrarsi con Sofia Tornambene all’ultima manche della finale di X Factor , i Booda non hanno nascosto la sorpresa.  «Non ce lo aspettavamo minimamente, credevamo davvero che saremmo arrivati al massimo terzi» , rivelano Federica, Martina e Alessio all’indomani della «grande festa», come la chiamano loro, fieri del secondo posto che hanno conquistato grazie a un’energia scoppiettante che li ha portati lontano. Di vincere ai Booda non è mai importato: per loro era fondamentale restare sul palco del Mediolanum Forum il più possibile per il semplice gusto di esibirsi, raggiungere l’adrenalina e «spaccare», come gli aveva suggerito Sfera Ebbasta. «L’accesso al Forum era un pass per il divertimento. Ora, però, ci è venuta ancora più voglia di suonare», rivelano i Booda senza perdere il sorriso neanche per un istante.

Hanno alle spalle pochissime ore di sonno, ma la voglia di rispondere e parlare dei progetti per il futuro li accende come una miccia: «Se proprio dovessimo sognare in grande, ci piacerebbe un sacco esibirci al Palalottomatica» . Dove non vedremo i Booda, però, sarà in un altro talent show: la cantante, Federica Buda, che ha creato la band a febbraio del 2019 insieme a Martina e Alessio, è stata, infatti, già concorrente di Forte Forte Forte e di The Voice.  «Non amo tanto parlare del mio passato perché riguarda un’altra Federica. Ero molto giovane, un bocciolo, ed è ovvio che debba tantissimo a Raffaella Carrà, ma adesso ho un nuovo progetto e siamo in tre. E poi, diciamolo, di talent ormai mancherebbe solo MasterChef », aggiunge la cantante, spigliata come sempre.

X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale X Factor 13: la finale

X Factor li ha aiutati a mantenere una «tenuta mentale», «gestire gli imprevisti senza mollare, ma tenendo botta». Sostenuti dall’inizio alla fine da Samuel, che nel corso della finale si è presentato con la scritta «Booda» tatuata sopra il sopracciglio sinistro, il gruppo passerà probabilmente alla storia come quello che non solo non aveva paura di salire sul palco, ma anche che non vedeva l’ora di «devastarlo». X Factor, quello che doveva essere un semplice passatempo iniziato per gioco, è riuscito a regalargli la visibilità che meritavano e, arrivati a questo punto, il resto non potrà che essere in discesa. «Abbiamo lavorato tanto per cucirci addosso una bella dimensione di band live: il sogno sarebbe quello di continuare questo percorso calcando palchi e riuscendo a stabilire un contatto col pubblico. Ci interessa chiuderci dentro a uno studio e tirare fuori roba nostra: abbiamo una serie di bozze che non vediamo l’ora di trasformare in brani veri e propri». E noi siamo qui per ascoltarli.

LEGGI ANCHE «X Factor 13», Sofia Tornambene: «Io a Sanremo, a chi non piacerebbe?»

LEGGI ANCHE «X Factor 13»: vince Sofia Tornambene

LEGGI ANCHE «X Factor 13»: Robbie Williams infiamma la finalehttps://www.vanityfair.it/music/storie-music/2019/12/14/x-factor-13-booda-intervista-gruppo-samuel-federica-buda-talent